Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Neve e gelo, i consigli di Astea per proteggere i contatori

I misuratori maggiormente a “rischio” sono quelli collocati all’esterno dei fabbricati, in locali non isolati dal freddo o in abitazioni utilizzate raramente

Poiché nei prossimi giorni è previsto l’abbassarsi delle temperature è importante controllare di aver ben isolato i contatori dell’acqua, in particolare quelli esterni, con materiali che li proteggano dal gelo e che siano idrorepellenti.

Di seguito le precauzioni che Astea raccomanda:
I misuratori maggiormente a “rischio” sono quelli collocati all’esterno dei fabbricati, in locali non isolati dal freddo o in abitazioni utilizzate raramente.

Cosa fare:
– I vani o le nicchie poste all’esterno dei fabbricati a protezione dei contatori debbono essere opportunamente coibentati (sportello compreso).
– Si consiglia di usare materiali isolanti, come ad esempio polistirolo o poliuretano espanso. Per isolare in modo efficace, lo spessore dei pannelli deve essere adeguato (almeno 2 cm). I misuratori posti in locali non riscaldati debbono essere a loro volta rivestiti con materiale isolante (sempre polistirolo, poliuretano espanso o materiali simili).
– Non avvolgere le tubature dell’acqua e/o i misuratori con lana di vetro o stracci: questi materiali assorbono acqua e possono addirittura peggiorare la situazione;

Ogni protezione deve comunque lasciare scoperto il quadrante delle cifre del misuratore per consentire agli incaricati l’eventuale lettura;

In presenza di misuratori collocati in vani o in nicchie esterne ai fabbricati, in locali non riscaldati o non abitati, se la temperatura esterna dovesse scendere parecchio sotto lo zero, è consigliabile lasciare che da un rubinetto fuoriesca un filo d’acqua (basta il gocciolamento, per evitare inutili sprechi);

Col rialzo delle temperature verificare lo stato dei misuratori ed i livelli di consumo, in quanto lo scioglimento del ghiaccio porta alla luce eventuali rotture e dispersioni idriche in atto.