Nina, il talento “osimano” vola in Finale al Tour Music Fest

È il più grande concorso europeo per Cantanti Lirici emergenti. Tra loro anche Tsarelashvili Nino, in arte Nina, 35enne cantante georgiana che ha studiato all’Accademia d’Arte Lirica di Osimo

OSIMO – Tra i nuovi cantanti lirici emergenti c’è anche lei: la 35enne Tsarelashvili Nino, in arte Nina, nata in Georgia a Tbilisi ma osimana di adozione, visto che nella città dei “senza testa” ha trovato l’amore e ha ormai messo radici dopo aver completato i suoi studi all’Accademia d’Arte Lirica.

E ora per la giovane cantante georgiana arriva un altro prestigioso traguardo: la conquista della Finale Nazionale del Tour Music Fest 2019, il più grande concorso europeo per giovani talenti della lirica, che si terrà nei giorni 22-23-24 novembre presso il Crossroads – Live Club di Roma, con concorrenti provenienti da tutte le regioni d’Italia.

Durante la giornata sarà possibile assistere alle masterclass formative del Berklee College Of Music, la famosa università americana leader nella formazione musicale nel mondo. Per l’occasione arriverà direttamente da Boston la cantante Janie Barnett, che ha collaborato nella sua carriera con artisti del calibro di Celine Dion, Bonnie Raitt e Linda Ronstadt.

La tre giorni di Roma sarà l’ultima sfida da sostenere per arrivare a calcare il palco della Finalissima Europea in programma il prossimo 7 dicembre all’Auditorium del Massimo di Roma, dopo una lunga e dura selezione con oltre 20.000 artisti e band partecipanti provenienti da tutta Europa.

Dopo le Finali Nazionali, Nina potrebbe dunque esibirsi al cospetto dei presidenti di giuria Mogol e Kara Dioguardi, e dei rappresentanti del Berklee College Of Music e dei massimi esponenti della discografia italiana. La Finale Europea del Tour Music Fest, infatti, è un palco che ha visto sfilare decine di musicisti emergenti ormai diventati grandi artisti e professionisti del settore.

In palio premi importanti tra cui un tour europeo, una borsa di studio presso il Berklee College of Music di Boston e un contratto di sponsorizzazione del valore di 10.000 euro da investire nella propria musica.