Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Loreto, c’è l’ok per realizzare la rotatoria lungo la provinciale Bellaluce

Una buona notizia che potrebbe mettere fine alla drammatica sequenza di incidenti spesso mortali: la strada “maledetta” potrà contare su una rotatoria all’incrocio con via Costabianca, sito a Loreto, pochi metri dal confine con Recanati

Il nuovo autovelox a Loreto

LORETO – E’ arrivata una buona notizia che potrebbe mettere fine alla drammatica sequenza di incidenti spesso mortali che da sempre caratterizza la provinciale Bellaluce. La strada “maledetta” potrà contare su una rotatoria all’incrocio con via Costabianca, sito nel Comune di Loreto, a pochi metri dal confine con Recanati. La Provincia di Ancona ha infatti approvato il finanziamento di 255mila euro che, in aggiunta agli 85mila di competenza del Comune mariano, serviranno a realizzare l’opera non più tardi del prossimo anno. Grande la soddisfazione dell’Amministrazione comunale e del sindaco Moreno Pieroni, che rimarca l’importanza di un obiettivo raggiunto a beneficio di tutti: «Stavamo lavorando da tempo a questo risultato – dice il primo cittadino – che è frutto di un lavoro certosino condotto egregiamente dai nostri uffici sotto il coordinamento dell’assessore ai Lavori pubblici Giovanni Tanfani. Le fitte relazioni intercorse in questo periodo tra il nostro comune e la Provincia hanno fatto sì che il progetto, presentato dal nostro ufficio tecnico, fosse approvato e finanziato. Ora puntiamo all’affidamento dell’appalto nel 2022, così da poter iniziare i lavori in tempi realistici».

La strada Bellaluce è tristemente nota per l’elevato numero di incidenti anche molto gravi che hanno storicamente contraddistinto il tratto e l’incrocio dove sorgerà la futura rotatoria è tra i tratti più pericolosi del rettilineo, nel quale nel 2017 era stato posto anche un autovelox proprio come deterrente all’alta velocità. «La sicurezza stradale è un aspetto fondamentale da tutelare – continua l’assessore Tanfani –. L’incrocio della provinciale Bellaluce è un punto pericolosissimo sul quale ci eravamo proposti di intervenire fin dal nostro insediamento: andava fatta un’azione importante e risolutiva, come auspichiamo che possa essere la realizzazione di una rotatoria che renderà certamente meno rischiosa l’immissione su strada». L’operazione, lato comune, è la dimostrazione tangibile di come i proventi delle sanzioni elevate attraverso l’autovelox vengano reinvestite dagli Enti locali in azioni o opere finalizzate alla sicurezza stradale, così come previsto dalle norme. «In questo senso – conclude Pieroni – la tutela del bene pubblico della sicurezza è al primo posto. Come Comune comparteciperemo alle spese per la realizzazione della rotatoria con 85mila euro, un’operazione che riteniamo fondamentale per salvaguardare vite umane ed evitare nuovi drammi come quelli cui abbiamo assistito in tanti anni».