Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Loreto, il Reasonanz chiude i battenti: «Grazie di cuore a tutti»

Dopo sei anni l'associazione culturale, teatro di concerti, spettacoli e raduni culturali, «lascia il corpo». Le cause i costi per l'adeguamento in materia di sicurezza e la mannaia dell'Agenzia delle entrate

Il Reasonanz di Loreto

LORETO – L’associazione culturale Reasonanz di Loreto, teatro di concerti, spettacoli, raduni culturali e tanti altri eventi, era a rischio chiusura. Di recente i gestori avevano lanciato un appello a quanti avrebbero potuto aiutarli: «Chiediamo la vicinanza e la comprensione di chiunque ha passato bei momenti con noi. Chiediamo la speranza realistica che arrivi qualcuno che sappia come portare avanti un tale progetto di amore utopico. Noi siamo ufficialmente a fine corsa ma non si sa mai».

L’inevitabile però è accaduto, dopo sei anni di attività. «Poteva succedere prima, poteva succedere dopo, poteva succedere mai. Ed è finita così: il Reasonanz lascia il corpo. Chissà che non lo ritroveremo in nuovi luoghi e nuove forme», dicono.

Una scelta sofferta scaturita dalla mannaia dell’Agenzia delle entrate cui si sommano altri problemi, ad esempio l’adeguamento in materia di sicurezza, alla luce delle recenti norme, con costi enormi da sostenere per l’associazione: «Ci sono anche altri motivi, ricambio generazionale inesistente, amicizie ridotte ai minimi termini, sterilizzazioni digitali, panico economico e tentazioni casalinghe in salsa Netflix – ironizzano -. Dopo sei anni di attività, in cui proviamo a dire che va tutto bene, ci tocca guardare in faccia la realtà perché è lei che guarda noi». Sono tantissimi gli attestati di stima e solidarietà ricevuti in queste ore dall’associazione che li ha raccolti tutti in un grande abbraccio facendosi forza.

Sabato sera, 18 gennaio, si sarebbe dovuta tenere anche l’ultima festa, quella di saluto, ma ieri pomeriggio è stata annullata all’improvviso: «Purtroppo l’ultima festa non si farà, siete in tantissimi – hanno scritto su Facebook dove hanno creato l’evento pubblico, stupiti del tanto affetto ricevuto -. Grazie di cuore a tutti».