Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Loreto, in centinaia al funerale di Federico Dottori

In tantissimi stamattina, 23 maggio, si sono ritrovati nella tensostruttura di Loreto Stazione per dare l'estremo saluto al 25enne deceduto nell'incidente stradale di domenica scorsa

La bara di Federico Dottori all'uscita dalla tensostruttura
La bara di Federico Dottori all'uscita dalla tensostruttura
LORETO – La chiesa di Sant’Anna non poteva contenere le centinaia di persone accorse. Così stamattina, 23 maggio, è stato deciso di spostare la cerimonia funebre nella tensostruttura dell’Asd “Lauretum calcio” proprio lì accanto, a Loreto Stazione, la frazione della città mariana dove è nato e cresciuto Federico Dottori, 25 anni, deceduto domenica mattina a Scossicci di Porto Recanati preso in pieno da un’auto mentre tornava a casa dalla discoteca. Davanti alla bara ricoperta di fiori bianchi, la mamma Loretta e il fratello Francesco attorniati dai parenti più stretti e da tantissimi giovani loretani che hanno passato con lui i momenti più belli. Nessuno è riuscito a trattenere le lacrime.
«Federico era un ragazzo responsabile, di sé, della famiglia e del lavoro, gioviale e gentile. Questo ricordo di lui – ha detto il parroco don Giorgio che ha officiato la messa con don Paolo Volpe -.
Il funerale
Il funerale

Se n’è andato nella domenica di Pentecoste: proprio come un fragore entrato nelle nostre vite, lui è la nostra Pentecoste. Ne parlavo proprio con la mamma, Loretta, che mi chiedeva: “Perché? Per una cosa così stupida…”. È proprio così. C’è un colpevole occulto dietro tutto questo. Certo, c’è anche un colpevole reale ma c’è quello occulto. Il mio è un appello ai giovani, in questo momento in cui due famiglie e un’intera città piangono: fatevi custodi di questa vita preziosa. Anche adesso Federico ci sta guardando e ci sta chiamando alla vita, non è abbandonato nel nulla». Il cielo si è chiuso a lutto, la pioggia ha iniziato a battere quando la bara doveva uscire per dirigersi a San Benedetto per la cremazione della salma. Ai saluti finali delle centinaia di persone che hanno sentito il bisogno di abbracciarla, la mamma ha avuto un lieve mancamento. L’ottavario lunedì 28 maggio alle 18.30 nella chiesa di Sant’Anna.

La gente accorsa al funerale
La gente accorsa al funerale