Loreto, il capo della Polizia Franco Gabrielli in basilica per ricordare gli agenti caduti

«Secondo i dati i reati sono diminuiti ma la percezione d'insicurezza dei cittadini rimane alta. È un fatto su cui dovremo lavorare», ha detto rispondendo alle domande dei giornalisti

Il capo della Polizia Franco Gabrielli a Loreto
Il capo della Polizia Franco Gabrielli a Loreto

LORETO – Il capo della Polizia Franco Gabrielli stamattina, 23 ottobre, ha partecipato alla Messa nella basilica della Santa Casa di Loreto per rendere omaggio agli agenti caduti. «Secondo i dati i reati sono diminuiti ma la percezione d’insicurezza dei cittadini rimane alta. È un fatto su cui dovremo lavorare», ha detto rispondendo alle domande al termine della celebrazione eucaristica officiata dall’arcivescovo e delegato pontificio monsignor Fabio Dal Cin. Poi il Prefetto ha aggiunto uno spaccato sulla situazione nazionale, in particolare in termini occupazionali: «La Polizia di Stato sta vivendo un momento particolarmente felice grazie allo sblocco del turnover che consentirà di assumere forze nuove, soprattutto per quanto riguarda il personale entrato in carica negli anni Ottanta e che nel giro di poco tempo andrà in pensione». Il Prefetto si è attardato in visita alla Santa Casa e al Museo Pontificio del palazzo apostolico per ammirare le bellezze artistiche. Assieme a lui il prefetto d’Ancona Antonio D’Acunto, le altre cariche tra cui il dirigente delle Volanti Cinzia Nicolini e le autorità civili con il sindaco Paolo Niccoletti. Da Loreto dopo mezzogiorno ha raggiunto Senigallia per la visita al reparto mobile prima di tornare a Roma.