Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Loreto, il consigliere comunale Roberto Bruni esce dalla maggioranza

Si interrompe un sodalizio politico che durava da 7 anni con l'appoggio alle elezioni del 2011. Bruni per il momento non approderà in altre liste e rimarrà all'interno di “Adesso Loreto”

Roberto Bruni

LORETO – Tanto tuonò che piovve, verrebbe da dire. Roberto Bruni, il consigliere comunale più votato a Loreto alle ultime elezioni amministrative con 310 preferenze, esce ufficialmente dalla maggioranza. La decisione era nell’aria dopo un lungo tira e molla e diversi punti di attrito accumulati con il sindaco Nicoletti nel corso del mandato, da ultimo la querelle con polemiche a distanza sul caso di via Rampolla. In mattinata è arrivata l’ufficialità con un post pubblicato dallo stesso Bruni sulla propria pagina facebook. «In settimana presenterò al Presidente del Consiglio Comunale e ai capigruppo dei rispettivi gruppi consiliari la comunicazione della mia uscita da questa maggioranza – scrive Bruni nel post –  una maggioranza che non merita più il mio appoggio. Solo così potrò davvero proseguire lavorando concretamente per la mia città».
L’ultima goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la chiusura al traffico di via Lavanderia, che dopo nove mesi – secondo Bruni – è ancora inaccessibile e con i lavori di sistemazione ancora fermi al palo. «La strada continua ad essere chiusa e per di più una chiusura non regolare in quanto l’ordinanza è scaduta venerdì scorso – spiega il consigliere -. Il colmo si raggiunge considerando che all’interno del cantiere c’è una famiglia residente imprigionata tra i lavori. Non vi sembra tutto ridicolo? Perché questi tempi lumaca da parte dell’amministrazione comunale? Perché tutto questo menefreghismo da parte di chi, invece, dovrebbe assiduamente sollecitare?».
Dopo tre anni di governo della città il giudizio sull’operato dell’Amministrazione Comunale secondo Roberto Bruni è ampiamente negativo: «il Sindaco Niccoletti assieme alla sua squadra dimostrano, ancora una volta, tutta l’incapacità di amministrare la Città, l’inadeguatezza dei ruoli che ricoprono e l’incompetenza di gestire la cosa pubblica».
Si interrompe così il lungo sodalizio politico tra Bruni e Nicoletti, che durava da ben 7 anni con l’appoggio alle elezioni del 2011 nella lista “Insieme per Loreto” e proseguito nelle ultime elezioni del 2015 con la lista “Adesso Loreto”. Il futuro però è da separati in casa. Lo statuto comunale non consente a Bruni di entrare nel Gruppo Misto, la cui costituzione necessita di tre consiglieri, e al momento il consigliere non entrerà in nessun altra lista politica, «per rispetto dei cittadini che mi hanno votato», precisa lo stesso Bruni, che continuerà a militare in Adesso Loreto. Una spina nel fianco per il sindaco Niccoletti.