Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Loreto, la città-cantiere: partiti anche i lavori per l’ascensore

L'impianto collega i parcheggi Eurhope e Bagaloni, dove sostano i pullman dei pellegrini alla basilica della Santa Casa e a tutto il centro storico, inaugurato nel 2007 ma più volte chiuso e riaperto

I lavori all'ascensore
I lavori all'ascensore

LORETO – Sono al lavoro operai e tecnici per la riapertura dell’ascensore che collega i parcheggi Eurhope e Bagaloni dove sostano i pullman dei pellegrini alla basilica della Santa Casa e a tutto il centro storico, inaugurato nel 2007 ma più volte chiuso e riaperto, dopo lo stop avvenuto ad agosto 2015.

Il sindaco Paolo Niccoletti comunica: «Così come previsto dal cronoprogramma, comunicato dalla ditta Maspero aggiudicataria dell’appalto, l’intervento avrà una durata di 14 settimane. Ricordiamo che l’intera opera è finanziata dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e che il Provveditorato alle Opere pubbliche di Ancona riveste il ruolo di responsabile unico del procedimento».

Il comune di Loreto infatti, in tutto questo iter, è spettatore vigilante: ogni aspetto infatti è curato dal Provveditorato per l’ascensore donato a suo tempo dal ministero dei Lavori pubblici. Nel maggio scorso la ditta aggiudicataria del bando del ministero delle Infrastrutture e trasporti per la revisione generale decennale si era messa al lavoro con un primo sopralluogo. Poi il progetto è stato consegnato al Provveditorato in attesa dell’approvazione del Ministero. Potrebbe tornare operativo a breve dopo i lavori. Loreto è città del Giubileo quest’anno, annata importante per eventi e numero di pellegrini in arrivo e anche per le amministrative che si avvicinano.

La città è un cantiere. Sono iniziati infatti anche i lavori di rifacimento dei manti degli impianti sportivi, quasi terminati quelli di sistemazione della terrazza del bastione Sangallo ed è stata ammessa la domanda per i fondi Psr 2014/2020-azioni collettive per la mitigazione e adattamento al cambiamento climatico e per il contrasto al dissesto idrogeologico, per quattro aree di intervento, la zona Impaccio-Costa Bianca, Bellaluce- Fiumarella, Grotte- Pizzardeto e quella di Montorso.

Il centro Giovanni Paolo II – Christus Vivit a Loreto in località Montorso, è stato riaperto proprio in queste ore e propone nuovi incontri di spiritualità e di ritiri spirituali rivolti a giovani e adulti, affidati all’associazione Centro Aletti di Roma.