Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Loreto, il bilancio del primo anno della giunta Pieroni

Dodici mesi resi difficili dall'emergenza Covid, nei quali comunque sono stati raggiunti alcuni risultati, come illustrato dal primo cittadino e dalla sua giunta

Da sinistra: il vicesindaco Pighetti, il sindaco Pieroni, gli assessori Romanini e Carli (in video)
Da sinistra: il vicesindaco Pighetti, il sindaco Pieroni, gli assessori Romanini e Carli (in video)

LORETO – A un anno esatto dall’insediamento, avvenuto il 10 ottobre 2020, il sindaco Moreno Pieroni e l’amministrazione comunale di Loreto hanno illustrato oggi, 12 ottobre, in municipio le attività svolte e gli obiettivi raggiunti in questo primo anno di mandato, oltre che le questioni e problematiche sulle quali è attualmente al lavoro.

«È un bilancio ragionevolmente positivo quello di questi 12 mesi a Loreto in cui abbiamo fatto scelte precise per superare le problematiche legate al Covid. È stata un partenza in salita ma non poteva essere altrimenti – ha detto Pieroni -. Loreto ha fatto i conti con la ripresa del turismo religioso e culturale grazie anche alle iniziative organizzate con la Delegazione pontificia per valorizzare il santuario e l’inserimento della mostra su Raffaello al Bastione Sangallo, che ha contato seimila presenze, i 24 eventi estivi e il settembre mariano con la Corsa del Drappo che ha richiamato residenti e turisti. Abbiamo destinato oltre 165mila euro alle agevolazioni sulla Tari per le partite Iva cittadine, abbattute fino al cento per vento della quota variabile. Un segnale concreto di sostegno a imprese e commercianti in un momento difficilissimo, che si aggiunge ad altre forme di ristoro come la gratuità dell’occupazione del suolo pubblico per bar e ristoranti per la durata dell’emergenza e lo stop al pagamento dei parcheggi in centro dalle 13 alle 15.30». Accanto al sindaco il vice Nazzareno Pighetti con delega alla Sanità e ai Servizi sociali, gli assessori Daniela Romanini alle Politiche familiari e Francesca Carli alla Cultura.

«Puntare sul sociale e sostenere le famiglie in difficoltà, garantire i servizi essenziali è stato il nostro impegno – ha aggiunto Pighetti -. Abbiamo mantenuto e potenziato i servizi alla persona, rifinanziato il bonus nuovi nati e ogni agevolazione prevista per le fasce fragili della popolazione. Le tariffe comunali, nonostante tutto, sono rimaste invariate».

Sul piano antenne e sulla viabilità il sindaco ha speso qualche parola in più: «Erano 15 le richieste di posizionamento di nuove antenne in città da parte delle compagnie di telefonia mobile. Ne abbiamo scongiurato l’installazione approvando in tempi record il nuovo Piano antenne, otto mesi di lavoro per sostituire un documento vecchio di venti anni. Da adesso in poi potranno essere autorizzate installazioni di antenne solo in tre punti del territorio comunale. Per quanto riguarda la viabilità, il finanziamento di 255mila euro da parte della Provincia di Ancona al nostro progetto per la realizzazione della rotatoria Bellaluce è solo l’ultimo risultato in ordine di tempo, soldi cui aggiungiamo gli 85mila di competenza comunale. Uno dei tratti più pericolosi del territorio sarà messo in sicurezza nel 2022. Da ultimo con il potenziamento del sistema di sorveglianza, passato da 50 a 70 telecamere, abbiamo reso la vita difficile a chi fa degli atti di vandalismo un passatempo a scapito del patrimonio pubblico».

Prossimi impegni il completamento dell’iter per riprendere il funzionamento dell’ascensore inclinato (entro l’anno il sopralluogo finale) e la definizione dell’appalto per l’inizio dei lavori alle scuole Marconi con i fondi per la ricostruzione. Sarà realizzato anche un nuovo acquedotto a servizio di Villa Musone e in particolare di via Brecce.

Exit mobile version