Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Loreto, aveva ceduto quasi duemila dosi di cocaina: arrestato

L’uomo, 52enne loretano, è stato fermato in esecuzione dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip per spaccio continuato di sostanza stupefacenti

I carabinieri
I carabinieri

LORETO – Aveva iniziato l’estate scorsa e poi si è fermato a febbraio, tanto da diventare un punto di riferimento per diversi consumatori della Valmusone. In tutto ha ceduto quasi duemila volte la cocaina ai suoi “clienti”, per l’esattezza 1.963 volte prima di essere arrestato. L’uomo, 52enne loretano, è stato fermato in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip per spaccio continuato di sostanza stupefacenti.

L’attività investigativa condotta dall’arma osimana, coordinata dal maggiore Luigi Ciccarelli, ha permesso di definire un quadro indiziario a carico dell’uomo nel giro di queste ultime settimane. Lo smercio avveniva a casa su o nei paraggi di un bar, poco distante dalla sua abitazione, a tutte le ore del giorno, con dosi di 0,30, 0,50 e un grammo vendute a prezzi tra i 30 e i cento euro. Era una sorta di catena di montaggio, dal venditore al consumatore.

Dalle investigazioni è emerso un quadro indiziario tale da far capire che esisteva una vera e propria attività organizzata con rapporti fiduciari dell’arrestato con gruppi criminali per l’approvigionamento della droga. Durante l’indagine sono state attenzionate diverse persone appartenenti a una rete di spacciatori che gravitano attorno alla Valmusone e alla provincia di Macerata.

Il 52enne comunicava con i suoi assuntori usando i social e le app telefoniche che hanno reso difficili i controlli. Utilizzava parole banali per non farsi intercettare e scoprire. Diverse di queste persone sono state segnalate e le indagini stanno proseguendo in tal senso. Dall’inizio dell’anno sono già stati sequestrati in zona, dalla Riviera a Porto Recanati passando per Osimo e Recanati, diversi chili di sostanze stupefacenti.