Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Lega del filo d’oro di Osimo, inaugurata l’area verde nel parco sensoriale

L’area verde negli spazi esterni del Centro è stata intitolata a Sabina Santilli, donna caparbia e visionaria, sordocieca dall’età di sette anni

I presenti all'inaugurazione alla Lega del filo d'oro
I presenti all'inaugurazione alla Lega del filo d'oro

OSIMO – È stata inaugurata un’aiuola nel parco sensoriale del nuovo Centro nazionale della Fondazione Lega del filo d’oro onlus, realizzata grazie al sostegno di tutti i club marchigiani dell’Associazione Soroptimist international d’Italia. L’iniziativa, promossa nei territori dei club, si inserisce nell’ambito del progetto nazionale “Un bosco insieme” che promuove lo sviluppo, la nascita e la cura di aree verdi, in questo caso intitolate a una donna che si è distinta per il suo impegno, in sintonia con i valori e le finalità dell’associazione. Ad accogliere la numerosa delegazione di tutti i club marchigiani dell’Associazione Soroptimist international d’Italia (di Ancona, Ascoli Piceno, Fano, Fermo, Jesi, Macerata e Pesaro), con le rispettive Presidenti, è stato Rossano Bartoli, presidente della Lega della Filo d’oro.

L’area intitolata a Santilli

L’area verde inaugurata negli spazi esterni del Centro è stata intitolata a Sabina Santilli, donna caparbia e visionaria, sordocieca dall’età di sette anni, che nel 1964 decise di fondare insieme ad un piccolo gruppo di volontari un’organizzazione che potesse rappresentare il “filo aureo della buona amicizia” per aprire al mondo la condizione delle persone sordocieche e fare in modo che la società si accorgesse di loro. All’interno dello spazio sono stati piantati un abete del Caucaso, un glicine e altre piante con caratteristiche olfattive e sensoriali, che contribuiranno a garantire la biodiversità dell’intero parco, pensato appositamente per lo sviluppo dei sensi residui degli ospiti dell’ente.

«Ci tengo a ringraziare sentitamente tutti i club marchigiani dell’associazione Soroptimist international d’Italia per aver donato agli utenti della Lega del Filo d’Oro una nuova area verde pensata appositamente per le loro esigenze – ha dichiarato Bartoli –. Ricevere il sostegno delle Associazioni del territorio per noi è da sempre molto importante, perché rappresenta il primo passo per promuovere una società maggiormente inclusiva per chi non vede e non sente. Abbiamo scelto di intitolare l’area verde che abbiamo contribuito a realizzare in memoria della fondatrice della Lega del filo d’oro Sabina Santilli, il cui operato è testimonianza del suo impegno costante per il rispetto dei diritti umani, l’accettazione delle diversità, il perseguimento dell’eguaglianza e del miglioramento della condizione umana. Ciò in perfetta sintonia con i valori perseguiti dal Soroptimist International», ha sottolineato Antonietta Caterina Daniele, presidente del Club di Ancona.