Osimo

La Lardini si rituffa nel campionato

Dopo la conquista della Coppa Italia riprendono gli allenamenti in vista dei prossimi impegni di campionato. Per le filottranesi domenica l'esame Trento in trasferta poi Olbia, Legnano e il derby contro Pesaro in casa che potrebbe sancire la conquista della massima serie

FILOTTRANO – Passata la festa in casa Lardini si torna a lavorare. Le ragazze di coach Bellano riprenderanno oggi gli allenamenti in vista della gara di domenica a Trento contro la Delta, Quello contro le trentine sarà il primo di cinque appuntamenti decisivi per centrare la promozione in serie A1 e tutto l’ambiente c crede. Dopo la storica conquista della Coppa Italia, infatti, tifosi, società e giocatrici si sono stretti in un ideale abbraccio per puntare alla vittoria del campionato che suggellerebbe una stagione fantastica. Per raggiungere questo obiettivo le filottranesi dovranno affrontare anche Olbia, Legnano e ancora Pesaro il 9 aprile in un derby che potrebbe essere decisivo per il salto di categoria. L’impresa di domenica scorsa ha un qualcosa di magico e rappresenta una vera e propria favola per un piccolo paesino come Filottrano. Nella ventennale storia della Coppa Italia di A2, infatti, solo la piccola cittadina di Rivergaro, 7000 abitanti in provincia di Piacenza, che trionfò nel 20006, fu espressione di un comune più piccolo di quello marchigiano. A sognare l’accoppiata Campionato è anche il primo cittadino di Filottrano Lauretta Giulioni che riassume così le sensazioni di due giorni fa al Palabaldinelli: «Una grande emozione in uno scenario festante e bellissimo. Siamo orgogliosi che la Lardini abbia vinto il trofeo e siamo felicissimi che tutta la città, seppur piccola, abbia adottato questa squadra e la senta come una questione di famiglia. Come succede con la nazionale di calcio nella quale tutti ci riconosciamo, quando giocano le ragazze tutta la città si stringe intorno a questo stupendo gruppo di atlete. Vedere domenica tutto il calore e la passione per questo sport culminare con lo spettacolo della premiazione è stato un momento bellissimo». L’unica nota stonata in questa bellissima sinfonia sportiva è forse la mancanza di un palazzetto all’altezza a Filottrano ma per il momento non è nei programmi dell’amministrazione comunale, alle prese con altre questioni per risolvere i problemi della città.

Ti potrebbero interessare