Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Filottrano, nuova vita per l’ex Orland

«Al suo interno previsti spazi per la ludoteca, locali per l'aggregazione giovanile, il centro per la famiglia, la scuola per la musica, quella sui mestieri e altre aree per la formazione e il coworking», dice la sindaca Lauretta Giulioni

La civica residenza di Filottrano
La civica residenza di Filottrano

FILOTTRANO – Filottrano esulta perché ha vinto un concorso che prevede come “premio” il restyling di un centro molto importante per la città che avrà presto un nuovo volto. Il progetto “La fabbrica del welfare: un laboratorio di legami sociali a Filottrano” è stato selezionato per l’accesso al relativo finanziamento della Fondazione Cariverona. «Il Comune di Filottrano presenterà al teatro di Vicenza il 9 maggio questo importante lavoro assieme alle altre proposte selezionate – spiega il sindaco Lauretta Giulioni -. Si tratta di un progetto sul quale siamo impegnati da tempo e che prevede la riqualificazione di una parte dell’edificio “ex Orland”.

Al suo interno sono previsti spazi per la ludoteca, locali per l’aggregazione giovanile, il centro per la famiglia, la scuola per la musica, la scuola di mestieri e altre aree per la formazione e il coworking. Siamo convinti che questo luogo potrà divenire il cuore pulsante della città a servizio delle future giovani generazioni». Filottrano è ricca di tradizioni culturali: nella sede del prestigioso palazzo “ex Orland” oggi è ospitata la biblioteca comunale intitolata all’abate filottranese Emidio Bianchi, che con i suoi 13mila volumi e le due postazioni internet gratuite è al servizio della cittadinanza per studi, approfondimenti e svago.