Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Lutto a Filottrano, muore in un incidente in Umbria il consigliere Massimo Federici

Non c'è stato nulla da fare, nonostante il trasporto d'urgenza in ospedale. 43 anni, si è scontrato con la sua auto con un mezzo pesante. «Una persona splendida, corretta, interessata». «Un dolore profondo»

L'incidente
L'incidente

FILOTTRANO – Non c’è stato nulla da fare per Massimo Federici, nonostante il trasporto d’urgenza in ospedale, dopo lo scontro contro un mezzo pesante in cui è rimasto coinvolto stamattina con la sua auto sulla strada statale di Valfabbrica. Il consigliere comunale 43enne di Filottrano è morto.
Il decesso è stato confermato dall’ufficio stampa della Misericordia: la vittima era arrivata in condizioni disperate al nosocomio di Gualdo-Gubbio. Sul posto si sono recati i vigili del fuoco, la polizia stradale e le squadre Anas per la gestione del traffico.

Massimo Federici

Diploma di geometra, Federici gestiva in qualità di addetto vendite e responsabile la filiale di Iveco, centro di veicoli commerciali e industriali a Macerata, con sede a Perugia, dove spesso si dirigeva.
Sposato con due figli, il rappresentante si era candidato con la lista civica “La mia città” alle amministrative dello scorso maggio per la sua Filottrano. Era stato eletto e ha seduto i banchi dell’opposizione come consigliere comunale fin dal primo civico consesso.

“Mosso da grande passione, si dedicherà al sociale, in particolare al sostegno delle famiglie”: c’era scritto nel suo biglietto elettorale che campeggia ancora online.

Il messaggio di cordoglio del sindaco Lauretta Giulioni: «È con immenso dolore che in mattinata abbiamo appreso la notizia della scomparsa del consigliere comunale Massimo Federici a seguito di un incidente stradale. Rimane vivo il ricordo di un giovane consigliere, appassionato al proprio ruolo e determinato a dare un significativo contributo al miglioramento della nostra città. La sua assenza provoca in tutti noi un grande sconcerto e senso di vuoto. A nome dell’amministrazione comunale le più sentite condoglianze e un forte abbraccio alla famiglia, ai figli e ai parenti tutti».

Il gruppo comunale di Protezione civile di Filottrano, dove il filottranese svolgeva servizio di volontariato, scrive: «Profondo dolore per la tragica scomparsa di un nostro volontario, sempre impeccabile al servizio della cittadinanza. Onore e rispetto ad una persona corretta e di gran cuore. Sentite condoglianze alla famiglia dal gruppo».

Il direttivo della “Società dello Stivale” dice: «Padre di famiglia, attivo nella politica filottranese per il suo miglioramento, volontario di Protezione civile. Una persona splendida, corretta, interessata e con un cuore grande. Sentite condoglianze alla famiglia da tutta l’associazione».

Il consigliere Luca Natalucci della stessa lista si rivolge a lui: «Appena il collega mi ha detto il nome e cognome, spero e credo che tu abbia visto la mia reazione in divisa, quella divisa che anche tu amavi tanto. Ciao amico mio, da oggi nulla sarà più uguale. Nulla. Ho il cuore spezzato».

Amilcare Giovagnetti, capogruppo della lista, aggiunge: «Una tristezza infinita, non riesco a razionalizzare questa cosa. Ci eravamo sentiti ieri dopo cena per una delle tante cose su cui stavamo lavorando, che ora mi sembrano del tutto insignificanti rispetto a questa assurda notizia».

Tutta Filottrano si ritroverà lunedì 3 febbraio alle 14.30 nella chiesa di Santa Maria Assunta per i funerali. La camera ardente domani (domenica 2) nella sala consiliare del Comune.