Filottrano, una delegazione in visita dall’Uzbekistan su iniziativa di ItaliaInnova

Accolti dal sindaco Lauretta Giulioni e dal presidente dell'associazione Paolo Pistola, gli imprenditori uzbeki hanno mostrato interesse a rafforzare i rapporti commerciali tra i due Paesi

Il sindaco Lauretta Giulioni con il presidente della Camera di Commercio di Namangan Sherzodbek Kurbonov
Il sindaco Lauretta Giulioni con il presidente della Camera di Commercio di Namangan Sherzodbek Kurbonov

FILOTTRANO – Sono sempre più forti i rapporti tra l’Italia e l’Uzbekistan, lo sa bene l’associazione ItaliaInnova che già da tempo ha avviato una proficua collaborazione con il Paese dell’Asia Centrale, noto per la Via della seta, l’antica rotta commerciale che collegava la Cina al mar Mediterraneo.

Una delegazione di imprenditori uzbeki, guidata dal presidente della Camera di Commercio di Namangan Sherzodbek Kurbonov, ha fatto visita al comune di Filottrano accolta dal sindaco Lauretta Giulioni e dagli assessori alla cultura Carla Accattoli e ai servizi sociali Silvia Lorenzini. È stato un incontro collaborativo e amichevole, nel corso del quale sono state illustrate le linee strategiche per la creazione di ulteriori condizioni di sviluppo delle relazioni economiche e commerciali, già in forte crescita.

L’export italiano in Uzbekistan nel 2018 ha registrato un aumento record di quasi il 90%. Italiainnova è nata nel 2017 proprio con l’intento di sostenere i suoi associati (per lo più piccole e medie imprese) nel percorso di crescita e nella ricerca di nuovi mercati. A Filottrano il confronto con la delegazione uzbeka ha riguardato il progetto “Agrocomp” che si pone l’obiettivo di migliorare la conoscenza e la comprensione delle differenze chiave dei rispettivi settori agricoli, ricorrendo all’attuazione e al monitoraggio di programmi di sviluppo innovativi.

Attraverso la visita di alcune aziende associate come il Mulino Bravi, l’azienda agricola Magnaterra e la cantina Stefano Antonucci, gli imprenditori uzbeki hanno potuto vivere un’esperienza di formazione sul campo e apprendere istruzioni tecniche, conoscenze e abilità nel campo agricolo. A Villa Gentiloni, ospiti del sarto Luca Paolorossi, è stato sottoscritto un memorandum di collaborazione tra ItaliaInnova e la Camera di Commercio di Namangan. Saranno fatti anche scambi culturali tra le scuole, in particolare l’alberghiero “Einstein-Nebbia” di Loreto.

«Compiuto di una buona amministrazione è aiutare i propri imprenditori alla ricerca di nuovi mercati per superare gli strali di una crisi che continua a farsi sentire – ha detto il sindaco Lauretta Giulioni -. Ancor prima che si parlasse della via della seta ItaliaInnova aveva gettato le basi per una proficua relazione commerciale con l’Uzbekistan, mostrando una lungimiranza che da sempre contraddistingue gli imprenditori del nostro territorio. Mi auguro che con il nostro know how e, perché no, anche con le nostre bellezze storiche, artistiche e paesaggistiche possiamo attrarre imprese straniere pronte a intessere rapporti di collaborazione con le nostre aziende».