Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Filottrano, la Contesa dello Stivale si farà a metà

Sarà effettuata soltanto la corsa, secondo modalità precise che verranno comunicate prima della data, la prima domenica di agosto. Polemiche in corso tra organizzatori e amministrazione comunale

La Contesa dello Stivale a Filottrano

FILOTTRANO – A Filottrano quest’anno la Contesa dello Stivale si farà a metà. Il Consiglio direttivo ha deliberato che sarà effettuata soltanto la corsa secondo modalità precise che verranno comunicate prima della data, la prima domenica di agosto.

Uno stivale, un fantoccio di paglia e un ignoto soldato di Osimo. Quelli che sembrano i personaggi di una novella boccaccesca sono invece i tre protagonisti di una delle rievocazioni storiche più spettacolari d’Italia, la Contesa dello Stivale che l’anno scorso ha compiuto 40 anni.
Ogni anno d’estate Filottrano torna indietro al tempo del Medioevo: ad attendere i visitatori quattro serate di festa in cui il fascino, le suggestioni e i colori tipici del quindicesimo secolo rivivono in ogni piazza e vicolo del centro storico come nell’aprile del 1466, quando i continui scontri di confine turbavano i rapporti tra Filottrano e Osimo.

La rievocazione storica, appuntamento fisso dell’estate, quest’anno però inciampa: «Ne siamo profondamente dispiaciuti – dice il consiglio direttivo della Contesa, aggiungendo una polemica rivolta all’amministrazione comunale -. Non dipende da una nostra scelta né dalla pandemia Covid ma dal fatto che già dallo scorso novembre abbiamo serie problematiche con l’amministrazione comunale su questioni legate ai locali del circolo, la sartoria e il magazzino, che ci avevano fatto già dubitare della possibilità di proseguire nell’organizzazione».

Il sindaco Lauretta Giulioni replica alle accuse: «Le problematiche relative alla sede e alle attività del circolo per poter essere autorizzate devono tener conto dell’aggiornamento della normativa. Ribadisco tuttavia che è la normativa sul Covid a dettare le condizioni di fattibilità della festa quest’anno e che il Comune ha offerto alla Società dello Stivale soluzioni percorribili».