Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Elezioni comunali a Castelfidardo, sarà sfida al ballottaggio tra Gabriella Turchetti e Roberto Ascani

Sarà testa a testa tra Turchetti, espressione del centrodestra, e il sindaco uscente Ascani, sostenuto dal Movimento cinque stelle e Castelfidardo futura

I candidati a sindaco Ascani e Turchetti al voto
Roberto Ascani vota

CASTELFIDARDO – È ballottaggio a Castelfidardo tra Gabriella Turchetti, espressione del centrodestra con le tre liste Fratelli d’Italia (12,24 per cento) Fare bene per Castelfidardo (9,76) e Lega (7,27), e il sindaco uscente Roberto Ascani, sostenuto dal Movimento cinque stelle (17,67, primo partito) e da Castelfidardo futura (7,72). Turchetti ha guadagnato 2.343 voti fermandosi al 29,04 per cento di preferenze e Ascani ha raggiunto i 27,29 punti percentuali (2.202 voti). Lo scrutinio delle 16 sezioni è terminato poco fa (attorno alle 21.30 di oggi, lunedì 4 ottobre).

Domenica 17 e lunedì 18 Castelfidardo dovrà votare il sindaco della città tornando alle urne per il ballottaggio e in questi giorni Marco Tiranti (Pd-Bene in comune (13,25 per cento), Sinistra unita (4,16), Azione civica solidale (4,60), Uniti e attivi (5,5) in quota centrosinistra con 2.080 voti (25,78 per cento) e Tommaso Moreschi per Solidarietà popolare, che ha preso il 17,89 per cento (1.443 voti), potranno ufficializzare apparentamenti con i due vincitori o meno. Ascani ha mostrato apertura al centrosinistra.

Gabriella Turchetti al voto

Nel 2016 al primo turno Ascani, appoggiato dalla sola lista del Movimento cinque stelle, aveva raggiunto il 25,94 per cento e Henry Adamo di Solidarietà popolare il 29,06, ordine ribaltato al ballottaggio (57,46 con cui vinse contro il 42,54). Fu proprio Ascani a spezzare i 15 anni di governo cittadino di Solpop. Il Pd allora correva da solo e aveva raggiunto il 21,52 per cento al primo turno mentre la Sinistra il 2,81. C’erano anche altre due liste di area centrosinistra che con il loro candidato avevano preso il 17,07 per cento. I partiti di destra non si erano palesati appunto ma l’unica lista civica che accarezzava quell’area raggiunse il 3,56.

Bassa comunque l’affluenza che si è attestata oggi alle 15, orario di chiusura delle urne, sul 51,64 per cento, diversi punti percentuali in meno rispetto al 2016 quando raggiunse il 56,93 ma superiore alla media dei quattro comuni anconetani al voto (50,47).