Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Elezioni a Castelfidardo, spunta il primo candidato a sindaco ufficiale

Si avvicinano le amministrative e il Partito Democratico ha già scelto il proprio nome, Marco Tiranti, che sarà presentato a ore

CASTELFIDARDO – Si avvicinano le elezioni amministrative 2021 a Castelfidardo e il Partito Democratico ha già scelto il proprio candidato sindaco, Marco Tiranti, che sarà presentato lunedì 17 maggio ufficialmente in conferenza.

«Vogliamo offrire un progetto di città che ci permetta di affrontare le sfide del presente e costruire un futuro più ricco di opportunità per tutti – dicono dal Pd fidardense -. Nel corso degli ultimi mesi abbiamo promosso un’alleanza di tutto il centrosinistra. Con Uniti e attivi, Azione civica solidale e Sinistra Unita per Castelfidardo abbiamo deciso di affidare il ruolo di candidato sindaco ad una persona che rappresenta pienamente l’operosità della nostra città e la capacità di mettersi a disposizione della comunità con semplicità, competenza e capacità di ascolto».

Marco Tiranti

Si terranno tra il 15 settembre e il 15 ottobre le elezioni previste nel 2021. E’ quanto prevede il decreto legge sul differimento delle elezioni firmato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il testo riguarda tra tutto anche le Comunali. Nell’area del capoluogo di Regione, Ancona, il comune più popoloso al voto sarà quello di Castelfidardo (poco meno di 19mila abitanti), seguito da Camerano, Cupramontana e Santa Maria Nuova. Strascico della pandemia che non ha permesso l’avvio di tutto l’iter per recarsi alle urne a primavera. Il decreto dispone il rinvio a causa, si legge, “del permanere del quadro epidemiologico da Covid-19 diffusamente grave su tutto il territorio nazionale e dell’evolversi di significative varianti del virus che presentano carattere ulteriormente diffusivo del contagio”. Tutto proprio come l’anno scorso quindi, quando per la Valmusone il voto per le amministrative di Loreto è slittato da maggio a fine settembre. Il provvedimento disciplina anche lo svolgimento delle operazioni di voto previste su due giornate (domenica dalle 7 alle 23 e lunedì dalle 7 alle 15), nonché dello spoglio delle schede e dell’ordine dello scrutinio. Solo Castelfidardo andrà al ballottaggio.