Don Dino Cecconi è il nuovo parroco del Duomo

Già parroco a Posatora, da 12 anni regista RAI della Messa domenicale. Subentra a Don Roberto Pavan. Si apre un nuovo ciclo per la cattedrale di San Leopardo

OSIMO – La cattedrale di San Leopardo ha un nuovo parroco: si tratta di Don Dino Cecconi, regista RAI e già parroco uscente a Posatora. Subentra a Don Roberto Pavan, che rimarrà comunque ad Osimo per aiutare il nuovo parroco nel suo insediamento. «Ho rifiutato ad altri ruoli perché alla mia età è giusto tirare i remi in barca – spiega Don Roberto – ma resterò ad Osimo e se posso darò una mano a Don Dino in ciò che riterrà opportuno fare».

Don Roberto tre anni fa aveva festeggiato proprio al Duomo i suoi 50 anni di sacerdozio, con una celebrazione intensa e molto partecipata, con molti colleghi presenti venuti da varie parti d’Italia. Ora si apre un nuovo ciclo per la cattedrale di San Leopardo, punto di riferimento religioso dell’Arcidiocesi di Ancona-Osimo, nonchè la chiesa principale della città, realizzata secondo la tradizione locale nel V secolo dal primo vescovo osimano San Leopardo.

Il nuovo parroco sarà Don Dino Cecconi, sacerdote e giornalista, da 12 anni regista delle riprese tv della Messa domenicale in onda su RAI 1, molto conosciuto in città così come in tutta la Provincia di Ancona, dove è stato negli ultimi anni parroco a Posatora, con delega della Diocesi al servizio per l’Apostolato del mare. La sua nomina, insieme a quella di altri tre nuovi parroci in altrettante chiese della Diocesi di Ancona Osimo, è uno degli ultimi atti del cardinale Menichelli, di concerto con il nuovo vescovo della Diocesi Angelo Spina.

L’insediamento di Don Dino Cecconi nella parrocchia del Duomo avverrà entro la fine del mese, nel frattempo questa sera (marted’ 12 settembre) avrà modo già di presentarsi in via non ufficiale ai suoi nuovi parrocchiani, in quanto parteciperà alla serata organizzata dal locale gruppo scout in memoria di Don Flavio Ricci, a poco più di un mese dalla sua scomparsa.