Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Tragedia di Porto Recanati, le parole del vicepremier Salvini

Il Ministro degli Interni oggi, 4 marzo, ha dato inizio alla conferenza stampa in programma alla Camera dei deputati riferendosi a Gianluca Carotti ed Elisa Del Vicario. Il Comune di Castelfidardo si organizza per la camera ardente e i funerali

Gianluca Carotti e Elisa Del Vicario insieme ai loro figli

CASTELFIDARDO – Volevano stare insieme per sempre ma così non è stato per i fidardensi Gianluca Carotti, 47 anni, e Elisa Del Vicario, 40 anni, morti nell‘incidente stradale di Porto Recanati ieri, 3 marzo, causato da un 34enne marocchino che guidava sotto l’effetto di alcol e droga e che ha invaso la loro carreggiata di marcia. I loro due figlioletti sono in ospedale ora.

Il vicepremier Matteo Salvini oggi, 4 marzo, ha dato inizio alla conferenza stampa in programma alla Camera dei deputati riferendosi a loro: «La cronaca ci dice essere urgente terminare il nostro lavoro, faccio riferimento alla morte pazzesca di quel papà e di quella mamma che hanno incrociato lo str+++ che li ha uccisi. Mi chiedo cosa ci facesse in giro. Era indiziato, coinvolto nel sequestro di 225 chili di droga ed era a spasso. Non è possibile.

Il nostro disegno di legge prevede il raddoppio delle pene per chi spaccia sostanze stupefacenti, pene detentive ed economiche, ed entra nel merito della modica entità. Oggi ci sono due bimbi che hanno perso mamma e papà per colpa di un infame che guidava ubriaco, drogato. Mi premurerò di sentire le autorità marocchine per fare in modo che non sia a costo degli italiani il suo mantenimento in galera. È una vicenda surreale. Preghiamo per le vittime, non le porterà in vita ma questo provvedimento è urgente a livello preventivo».

Astinga Del Vicario, cugina di Elisa, dice: «Erano due persone meravigliose, sempre pronte al prossimo, con il sorriso, un esempio per tutti insomma, un inno alla vita che tanto amavano. Aveva sempre una parola di conforto per tutti e di incoraggiamento. Elisa la ricorderò sempre per il suo sorriso, la vitalità e l’amore per il prossimo. È volata dal suo Gesù che tanto amava, dimostrando con opere concrete a contatto con i disabili il suo grande cuore. Anche se ora siamo nel dolore sono certa che un giorno ci rincontreremo nella gioia eterna».

L’Amministrazione comunale ha proclamato il lutto cittadino e ha abbassato a mezz’asta le bandiere in municipio, chiuse con due fascette nere. Per il rito funebre di mercoledì 6 marzo alle 15 nella Chiesa della Collegiata, piazza della Repubblica su cui si affaccia la chiesa sarà interdetta al traffico e alla sosta dalle 13 fino al termine della cerimonia. È in corso di organizzazione anche un servizio di amplificazione per permettere a chi resterà fuori di seguire la funzione.

Si prevede un flusso enorme di persone già da domani, martedì 5, alla casa del commiato “Alba nova” delle onoranze Virgini in via Bramante. Per questo motivo è stato disposto che il traffico veicolare sarà forzatamente a senso unico in discesa dalle vie Buozzi e Bramante verso via XXV Aprile. La restrizione resterà valida a partire dalle 8 alle 20 di domani e dalle 8 alle 15 di mercoledì.