Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Osimo, scattano sei denunce per l’operazione “Estate sicura”

I Carabinieri del comando osimano hanno fatto scattare denunce per ricettazione, guida in stato di ebbrezza e possesso di droga, per cui sono stati segnalati anche tre minorenni

OSIMO e LORETO – Era in possesso di uno smartphone Samsung S7 da 500 euro risultato provento di un furto denunciato il 20 settembre scorso alla stazione di Osimo dal proprietario, un 55enne osimano. Nella serata di ieri, 4 maggio, i militari della stazione locale, in collaborazione con i Carabinieri della stazione di Bologna-Bertalia, a conclusione delle indagini hanno denunciato per ricettazione H.B., 20enne nato in Bangladesh attualmente dimorante a Bologna in un centro di accoglienza. La refurtiva è stata recuperata dopo la perquisizione eseguita dai militari della stazione di Bologna-Bertalia su indicazione dei militari osimani e sequestrata e custodita dai Carabinieri bolognesi in attesa dell’emissione del decreto di restituzione da parte della Procura di Ancona.
Stamattina invece hanno denunciato per guida in stato di ebrezza alcolica e di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti e rifiuto di sottoporsi agli accertamenti alcolemici e tossicologici R.A., autista tunisino di trent’anni residente a Castelfidardo. Aveva provocato un incidente a Campocavallo di Osimo: perdendo il controllo del mezzo che stava guidando, una moto, era caduto a terra. Il giovane è stato soccorso dal 118 e portato all’ospedale di Torrette in evidente stato di ubriachezza e di alterazione psico-fisica dovuta alla doppia assunzione di alcool e di sostanze stupefacenti. Nonostante l’evidenza dei fatti e dello stato precario di salute e deambulazione, il centauro, alla richiesta dei militari di sottoporsi agli accertamenti si è rifiutato e a suo carico è scattata la denuncia con conseguente ritiro della patente di guida e confisca del motoveicolo.
Denunciato per detenzione illegale per uso personale di sostanza stupefacente un 37enne nato e residente a Loreto, P.A., impiegato 38enne, perché fermato a un posto di blocco in via Bramante mentre guidava la sua Mercedes classe A e trovato in possesso di un grammo di cocaina occultata nel  marsupio. L’uomo ha detto subito che quella droga era destinata al fabbisogno personale.
Sempre a Loreto i militari hanno controllato il parcheggio adiacente all’alberghiero “Einstein-Nebbia” e fermato tre studenti minorenni residenti a Numana trovati in possesso di hashish e marijuana. Gli spinelli rinvenuti addosso ai giovanissimi sono stati sottoposti a sequestro e gli stessi ragazzini segnalati al tribunale dei minori.