Osimo, si divertono a rompere gli specchietti delle auto in sosta: denunciati

Si tratta di due italiani, un 30enne e un 44enne residenti entrambi nella città dei senza testa. A bordo della loro macchina, accostavano le vetture parcheggiate per poi darsi alla fuga. Grazie ad una segnalazione sono intervenuti gli agenti della polizia che li hanno identificati

Foto d'archivio
Foto d'archivio

OSIMO – A bordo della loro macchina, accostavano le auto parcheggiate lungo la via pubblica a Osimo e si divertivano a colpire gli specchietti per poi darsi alla fuga. Una fuga durata pochissimo però perché un cittadino osimano che ha visto tutto in diretta ha pensato di chiamare il 113 per segnalare quello che stava accadendo, fornendo indicazioni puntuali agli agenti per rintracciare i due.

Il conducente, sottoposto all’etilometro dagli agenti dl commissariato di Polizia di Osimo, è risultato avere una concentrazione di alcol nel sangue che sforava i 2 g/l. Entrambi sono di Osimo ed hanno 30 e 44 anni: sono stati denunciati per danneggiamento aggravato di auto in sosta. Per l’uomo al volante è scattata anche quella per guida in stato di ebbrezza, il ritiro della patente e il sequestro dell’auto già avvenuto. È successo tutto sabato 6 luglio. Alta l’attenzione posta anche alla festa della sangria a Casenuove di Osimo, che ogni anno per un fine settimana, quello appena concluso (sabato 6 e domenica 7 luglio), attira tante persone, anche giovanissime, fin da fuori provincia.

Al via poi la perquisizione personale e domiciliare di un 38enne trovato in possesso di cocaina destinata al mercato locale e per questo è stato denunciato per spaccio.

Nel corso dei servizi sono state identificate 119 persone e controllati 76 mezzi: molte le violazioni al codice della strada contestate. Gli agenti, diretti dal vice questore Giuseppe Todaro, in questi giorni sono stati impegnati in servizi straordinari di controllo del territorio disposti dal Questore per prevenire i furti durante l’estate, quando i centri abitati si svuotano. Intensi sono stati i controlli anche alle locazioni turistiche e alle strutture ricettive del territorio, che proseguiranno per tutta l’estate, per verificare il rispetto della normativa antiterrorismo, in particolare alla registrazione degli ospiti.