Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Dal New Mexico a Loreto con materiale pornografico, arrestato

Il trentenne statunitense era in possesso di video e files multimediali che ritraevano minori. Processato per direttissima, è stato condannato a due anni di reclusione, pena sospesa, e ne è stata disposta l'espulsione dall'Italia

LORETO – Nei due smartphone che aveva con sé, c’erano files e video pornografici che ritraevano minori. E così uno statunitense trentenne è stato arrestato dai carabinieri a Loreto, immediatamente processato e condannato a due anni di reclusione. Pena sospesa mentre l’uomo, espulso, dovrà lasciare l’Italia.

Questa mattina 14 dicembre sono stati  i carabinieri della stazione di Loreto a trarre in arresto, in flagranza di reato, lo statunitense, originario del New Mexico, responsabile di detenzione di materiale pornografico.

Durante un controllo effettuato presso una struttura ricettiva lauretana, i militari hanno rintracciato l’uomo, che in precedenza aveva contattato attraverso piattaforme social una donna per ragioni a sfondo sessuale. Dopo accurata perquisizione, i carabinieri hanno rinvenuto nella disponibilità del trentenne due smartphone contenenti in memoria files multimediali relativi ad immagini e video pornografici realizzati utilizzando minori di diciotto anni e che il giovane si era procacciato nel corso del tempo.

Condotto in caserma, lo statunitense è stato dichiarato in stato di arresto. In tarda mattinata il giovane, accompagnato presso il Tribunale di Ancona, è stato giudicato per direttissima. Durante l’udienza il Giudice ha convalidato l’arresto e condannato il trentenne alla pena di due anni di reclusione, sospesa, disponendo l’immediata espulsione e il divieto di rientrare in Italia per un periodo di cinque anni, ai sensi dell’art. 16 decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286.