Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Loreto, rubati tre mezzi da un autonoleggio

Inseguiti dai carabinieri, due malviventi hanno abbandonato due mezzi. Avvistato il terzo. Denunciati per truffa invece, nell'ambito della stessa operazione, titolare e socio collaboratore di una ditta di autonoleggio di veicoli alla Baraccola

LORETO – Era in transito per il controllo stradale lungo la statale 16 una pattuglia dei carabinieri quando, a Loreto, stanotte (17 gennaio) verso le 3, ha notato che la recinzione della ditta di autonoleggio “Star noleggio 2” era stata divelta. I proprietari sono stati chiamati subito e al loro arrivo hanno denunciato il furto di tre mezzi dal piazzale adiacente la ditta: una Bmw serie 5, un Fiat Ducato e un Fiat Daily. Le immediate ricerche diramate su tutto il territorio hanno consentito ai militari della pattuglia di Camerano di intercettare i malfattori e di inseguire i due autofurgoni che percorrevano a forte velocità via Farfisa di Camerano alle spalle del centro commerciale “Grotte center”. I delinquenti, tallonati dai carabinieri, hanno abbandonato i mezzi in un campo agricolo vicino alla strada dileguandosi a piedi verso l’autostrada. I due autofurgoni bloccati sono stati restituiti al proprietario mentre la Bmw è stata individuata nel fermano, a Monte Urano, nel tentativo di consumare furti in zona, ma prima che i carabinieri potessero fermarla.

A conclusione degli accertamenti dopo la denuncia per una truffa subita da un 42enne di Faenza e sporta il 24 luglio negli uffici della caserma loretana, i carabinieri hanno denunciato due uomini, G.P., 55enne nato e residente ad Ancona, G.F., nato ad Ancona senza fissa dimora ma di fatto domiciliato a Rimini, 42 anni, rispettivamente titolare e socio collaboratore di una ditta di autonoleggio di veicoli alla Baraccola, entrambi pluripregiudicati con svariati precedenti di polizia per reati contro il patrimonio. Pattuito il noleggio di un autoveicolo con la vittima, l’hanno indotta a farsi accreditare mediante bonifico bancario sul conto corrente intestato alla stessa società, 500 euro quale caparra dovuta per i costi di apertura pratica omettendo di consegnare l’auto e rendendosi irreperibili immediatamente dopo l’incasso. Le indagini sul contro dei due truffatori proseguono perché è stato accertato che i due usavano fittiziamente la propria attività, tra l’altro chiusa fraudolentemente, avendo già perpetrato con la medesima tecnica ulteriori truffe a scapito di altrettanti clienti vittime che sono stati identificati e invitati a denunciare la truffa.

Denunciata per guida in stato di ebrezza alcolica una giovane, P.F., 22enne residente a Filottrano, che il 4 gennaio, alla guida della propria autovettura Opel Corsa lungo via Filottrano di Osimo, per un fuoristrada contro un albero nel terreno agricolo. La ragazza, soccorsa e trasportata a Torrette dal personale sanitario del 118 intervenuto sul posto con militari della pattuglia Radiomobile in turno, era in evidente stato di ubriachezza e in forte stato di delirio, confermato dalle risultanze delle analisi eseguite dai sanitari per un valore illegale di alcolemia nel sangue pari a 1,74 grammi per litro.