A14, viaggiano con una moto rubata e arnesi da scasso: fermati dai carabinieri

Nei guai due albanesi, entrambi 24enni, nullafacenti e senza fissa dimora sul territorio nazionale. Uno guidava una Ducati Monster, risultata poi rubata a Bologna di recente; l'altro una Fiat 500. Sono stati notati dal carabinieri di Osimo nell’area di servizio “Conero ovest"

Gli attrezzi sequestrati
Gli attrezzi sequestrati ai due albanesi dai carabinieri di Osimo

LORETO – Nella tarda serata di ieri, 12 giugno, una pattuglia del Nucleo operativo e Radiomobile dei carabinieri della compagnia di Osimo, nel corso di un servizio di controllo del territorio, ha notato due persone entrare nell’area di servizio “Conero ovest”.

Il primo era alla guida di una Fiat 500 e il secondo con una moto Ducati Monster. Dovevano fare rifornimento di carburante. L’atteggiamento assunto dai due ha indotto i militari a procedere al controllo dei mezzi su cui viaggiavano.

La moto era oggetto di furto a Bologna nel maggio scorso. I due, nel frattempo ripartiti in direzione sud, sono stati bloccati poco dopo all’uscita del casello autostradale di Loreto-Porto Recanati dove un altro equipaggio era posizionato per i controlli.

Si tratta di due albanesi, entrambi 24enni, nullafacenti e senza fissa dimora sul territorio nazionale. Perquisiti sul posto, sono stati trovati in possesso di una torcia elettrica, una punta da trapano e delle pinze, tutti arnesi di norma atti a commettere furti in abitazione con la tecnica del foro.

La moto, i caschi e tutto il materiale restante è stato sequestrato mentre gli stranieri, accusati di ricettazione in concorso, sono stati sottoposti a fermo e portati al carcere di Montacuto.