Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Croazia, inaugurata la più alta effige della Madonna di Loreto

Nel mondo ci sono oltre 356 riproduzioni della Madonna di Loreto e della Santa Casa mentre sono quattromila e 500 i luoghi in cui si venera il culto mariano lauretano. Da oggi ce n'è uno in più in Croazia.

Primosten. Un buon occhio scorge la statua.

LORETO – Misura ben 17 metri e mezzo ed è la più alta effigie della Madonna di Loreto mai realizzata al mondo quella appena inaugurata a Primosten in Croazia dal sindaco della città mariana Paolo Niccoletti. Una statua che non rappresenta solo un suggestivo segno devozionale nei confronti della Madonna nera ma anche un patto di amicizia tra le due comunità di Loreto e Primosten, situate nelle opposte sponde dell’Adriatico ma unite dalla stessa fede. LEGGI L’ARTICOLO PRECEDENTE https://www.centropagina.it/home-provinciale/in-croazia-monumento-madonna-loreto-piu-grande-al-mondo/

«La scultura è la più alta finora mai realizzata in tutto il mondo e rappresenta un momento importantissimo per la diffusione del culto mariano e per la conoscenza di Loreto in tutta l’area dei Balcani – ha detto il sindaco al taglio del nastro -. Molti naviganti dell’Adriatico attraccano a Spalato per recarsi a Medjugorie e potranno così pensare alla Santa Casa di Loreto nel loro pellegrinaggio. Il Comune di Loreto da tempo ha iniziato una collaborazione con quello di Primosten affinché la consolidata amicizia tra le due città possa offrire anche opportunità di sviluppo nel più ampio contesto della Macro Regione Adriatica e dei relativi fondi europei».

Il sindaco di Loreto davanti al monumento in terra croata

Una sorta di gemellaggio dunque che parte dalla comune devozione alla Madonna, molto sentita in Croazia fin dai secoli scorsi, per arrivare a creare opportunità di relazioni anche su altri campi. A suggellare l’amicizia intanto la colossale effigie della Vergine Lauretana che rappresenta anche un’opera di complessa ingegneria: il basamento della statua, alto quattro metri, funge da cappella, mentre il corpo è realizzato in forma conica per riprodurre la classica immagine del mantello della Madonna di Loreto che è decorato con un variegato mosaico artistico che richiama nella veste la simbologia tipica e produce giochi di luce che fanno pensare alla lievitazione, alludendo alla celebre tradizione della Santa Casa portata in volo dagli Angeli.