Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Coronavirus, Osimo: riaprono tutti i parchi, si ragiona su commercio e mercato

L’ha confermato il sindaco Simone Pugnaloni: sabato 16 maggio saranno aperti. Anche i cimiteri riaprono con gli orari consueti. Per il commercio ambulante il Comune si prende un po' più di tempo

La riunione in Comune
La riunione in Comune

OSIMO – Domani, 16 maggio, Osimo riapre tutti i parchi cittadini. Inoltre, per i cimiteri torneranno gli orari ordinari dal lunedì alla domenica. L’ha confermato il sindaco Simone Pugnaloni oggi, 15 maggio, in riunione in Sala Vivarini in comune con la giunta e lo staff di tecnici comunali.

«Per i parchi rimasti chiusi fino ad ora chiedo un po’ di pazienza, entro la settimana provvederemo al taglio dell’erba. Lunedì 25 riapriranno le casette dell’acqua – ha aggiunto -. In bocca al lupo per la ripresa delle attività sportive individuali negli impianti sportivi all’aperto della nostra città (pista d’atletica, sport rotellistici, tiro a segno, arcieri, ciclismo, circoli tennis e sport equestri)».

Per quanto riguarda il commercio ambulante, invece, per discutere del riposizionamento del mercato settimanale, è stato tutto posticipato alla settimana entrante. Da lunedì 18 maggio, infatti, i mercati possono tornare nelle piazze e anche Osimo sta facendo di tutto per ricominciare (il mercato settimanale è il giovedì). Martedì 19 l’assessore alle Attività produttive Michela Glorio incontrerà il referente e assieme concorderanno la messa in opera delle modalità per tornare al lavoro.

Sull’argomento Pugnaloni aggiunge: «Abbiamo analizzato le linee guida in attesa del nuovo Dpcm del premier Giuseppe Conte o dell’ordinanza del presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli. Forse si riparte con una settimana di ritardo per meglio conciliare l’interpretazione della norme sulla sicurezza per bar e ristoranti che possono e devono ampliare i propri spazi nel rispetto del mercato settimanale. Tutti devono provare a recuperare il reddito perso in questi mesi. È per questo che l’amministrazione comunale sul commercio prende una settimana di tempo per definire le misure compensative di natura economica e gli spazi espositivi per tutti».