Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Coronavirus a Castelfidardo, i dati e le iniziative. In arrivo il secondo carico di mascherine dalla Cina

Sono 23 a oggi a Castelfidardo i casi di positivi da Coronavirus e 25 le persone in quarantena. La Protezione civile regionale ha consegnato duemila e 300 mascherine di tipo chirurgico e questa settimana dovrebbe essere sdoganato il carico più consistente proveniente dalla Cina

Il sindaco Ascani alla consegna dei tablet alla rsa
Il sindaco Ascani alla consegna dei tablet alla rsa

CASTELFIDARDO – Sono 23 a oggi a Castelfidardo i casi di positivi da Coronavirus e 25 le persone in quarantena. «Ho personalmente fatto contattare tutte le famiglie per chiedere quali esigenze avremmo potuto accogliere per alleviare questa situazione di profondo disagio. In particolare mascherine e kit rifiuti sono esigenze, ritenute spesso banali, ma che invece sono fondamentali», dichiara il sindaco Roberto Ascani. La situazione sembra essersi stabilizzata alla Residenza protetta Mordini. Il sopralluogo dell’Asur ha constatato le buone prassi applicate dalla cooperativa che gestisce il servizio e da quest’ultima è stata avanzata la richiesta di eseguire il tampone a tutti, degenti e personale. «Si conferma così quanto tendenzialmente riscontrato anche da Medici senza frontiere, che la scorsa settimana aveva sottolineato il rispetto dei protocolli di sicurezza».

Grazie alla lodevole iniziativa di due società sportive, la Pallavolo fidardense e l’Atletica Castelfidardo 1990 “R. Criminesi”, sono stati donati proprio alla rsa due tablet per permettere ai familiari di collegarsi via internet. Nonostante non si siano registrati casi, le visite sono state rigorosamente sospese per tutelare gli ospiti della rsa che potranno però parlare, salutare e scambiare gli auguri con i propri cari con mezzi alternativi.

È stata effettuata nella quasi totalità la consegna dei 306 buoni attivati (28 sono ancora in fase di istruttoria), grazie all’operato puntuale dei volontari di Protezione civile e Croce verde. Mille e 276 i buoni spesa coniati, con una media di 208 euro a famiglia per un totale di 63mila e 800 euro. Al vaglio l’opportunità di aprire la prossima settimana un nuovo bando per impiegare i 46mila e 200 euro residui e i contributi che stanno giungendo all’Iban del Comune di Castelfidardo. «Con l’opposizione stiamo ragionando sulle modalità per allargare la platea dei beneficiari, ricalibrando eventualmente i requisiti e raggiungendo altre 220 famiglie», ha chiuso il sindaco. La Protezione civile regionale ha consegnato duemila e 300 mascherine di tipo chirurgico e questa settimana dovrebbe essere sdoganato il carico più consistente proveniente dalla Cina.