“Cento città contro il dolore”, c’è anche Osimo

La Fondazione Isal - ricerca sul dolore assieme all'Aif onlus, associazione italiana fibromialgia, sono in città oggi con uno stand informativo per sensibilizzare sul tema del dolore cronico, offrire consulenze medico-specialistiche e raccogliere fondi con le noci della campagna “Schiaccia il dolore”

"Schiaccia il dolore"

OSIMO – Cosa s’intende per dolore cronico? Riconosciuto come una vera e propria patologia in sé, per le conseguenze invalidanti che comporta in chi ne soffre, dal punto di vista fisico, psichico e socio-relazionale, il dolore cronico compromette qualsiasi attività quotidiana e ha un pesante impatto sulla vita dei pazienti, dei familiari ma anche del sistema sanitario. Ecco perché da alcuni anni la fondazione Isal organizza la giornata “Cento città contro il dolore”, che quest’anno si tiene oggi, sabato 7 ottobre, in ben 140 città italiane tra cui Osimo, in collaborazione con l’Aif onlus (associazione italiana fibromialgia), per sensibilizzare istituzioni e società civile nei confronti del problema del dolore cronico, per dare voce ai bisogni delle persone colpite e per raccogliere fondi. Al banchetto informativo allestito in piazza Boccolino dalle 9 alle 20 si possono ricevere consulenze in ambito medico-specialistico e informazioni sulle opzioni terapeutiche e sulle strutture disponibili per la cura del dolore cronico e si raccoglieranno fondi per la ricerca scientifica all’insegna dello slogan “Schiaccia il dolore”, offrendo sacchetti di noci a quanti vorranno contribuire. Ad animare lo stand anche l’associazione “I lupi della selva” che presenterà le sue attività di pet therapy mentre un volontario dell’Aif sarà presente, a semplice scopo informativo, anche alla farmacia Romaldini di via Lionetta.
L’Aif onlus di Ancona è un’associazione nata nel giugno 2016 con l’intento di tutelare i diritti dei malati di fibromialgia (FM), encefalomielite mialgica benigna (ME/CFS) e sensibilità chimica multipla (MCS), fornendo informazioni, consulenze e assistenza e supportando, in particolare, il percorso dei pazienti per il riconoscimento dell’invalidità civile.

La Fondazione Isal nasce nel 2007 dall’Istituto di formazione e ricerca in scienze algologiche per promuovere la ricerca nell’ambito della terapia del dolore oltre che la comunicazione sociale sul tema del dolore cronico, una malattia tanto diffusa quanto ignorata. Anche quest’anno, tra le iniziative lanciate per “Cento città contro il dolore” c’è #zeropain17: per partecipare basta farsi un selfie con in mano un foglio con la scritta “Io sono contro il dolore” seguito dall’hashtag #zeropain17 e pubblicarlo sui propri canali social, taggando la pagina di Fondazione Isal.