Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Castelfidardo, un video-racconto musicale sui “briganti” riporta indietro all’Unità d’Italia

L'opera va oltre la semplice lettura e fornisce una vera e propria interpretazione del testo, giocando sull’alternanza di parti narrative e mimetiche, grazie anche all’uso di costumi, di immagini dell’epoca e di musiche

L'attrice Rossella Mattioli
L'attrice Rossella Mattioli

CASTELFIDARDO – E’ visibile sul canale Youtube e sul sito della Fondazione Ferretti di Castelfidardo “’L brigante”, un video racconto tratto da un testo di padre Girolamo Moretti, nato a Recanati e deceduto ad Ancona nel 1963. Il racconto, ambientato nella seconda metà dell’Ottocento nella storica Selva di Castelfidardo, affronta in maniera giocosa il tema del brigantaggio post-unitario che ha visto coinvolti non solo i sostenitori del Regno delle Due Sicilie ma anche gente comune. Antonio il protagonista della storia, che non porterà però a compimento la rapina progettata quando scoprirà che le vittime provengono da un ceto sociale affine al suo. L’opera proposta dalla stessa Fondazione in collaborazione con il museo del Risorgimento e con il patrocinio di Italia nostra, Cea Selva e Comune, presenta la nota storica del presidente Eugenio Paoloni con l’interpretazione dell’attrice Rossella Mattioli, che ha curato il racconto e la regia, e le musiche del compositore Paolo Rosato eseguite da Dario Flammini alla fisarmonica. Registrazione e montaggio di Filippo Rosato.

Il video va oltre la semplice lettura e fornisce una vera e propria interpretazione del testo, giocando sull’alternanza di parti narrative e mimetiche, grazie anche all’uso di costumi, di immagini dell’epoca e di musiche che contribuiscono ad arricchire le differenti situazioni narrative ed emotive. La Fondazione Ferretti invita a visionare questa interessante produzione storico culturale legata al territorio su https://www.fondazioneferretti.org/?p=4969