Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Castelfidardo accoglie la terza candidata a sindaco Gabriella Turchetti

E’ corsa a tre, almeno a oggi, alle elezioni amministrative di autunno nella città della fisarmonica. Turchetti si candida con la lista “Fare bene per Castelfidardo con Gabriella Turchetti sindaco”

Da sinistra: Gabriella Turchetti, l'onorevole Antonio Tajani e l'assessore regionale Giorgia Latini
Da sinistra: Gabriella Turchetti, l'onorevole Antonio Tajani e l'assessore regionale Giorgia Latini

CASTELFIDARDO – E’ corsa a tre, almeno a oggi, alle elezioni amministrative di autunno a Castelfidardo. Gabriella Turchetti si candida, come già aveva espresso intenzione all’inizio dell’anno, con la lista “Fare bene per Castelfidardo con Gabriella Turchetti sindaco”. La presentazione ufficiale si è tenuta giovedì sera, 22 luglio, alle Officine Soprani. Turchetti, 63 anni, sposata con due figli, di professione farmacista, per anni ha lavorato alla farmacia di Crocette per poi aprire nel 2019 una farmacia a Campocavallo di Osimo. E’ figlia di nonna Peppina, simbolo del sisma. Tante le personalità presenti dalla sfera del Centrodestra a sostegno della candidata, tra cui l’onorevole Antonio Tajani, l’assessore regionale Giorgia Latini, il presidente dell’ente Parco del Conero Daniele Silvetti, e i consiglieri regionali Mirko Bilò e Carlo Ciccioli.

Le linee guida

«Mi sono candidata perché in un momento di difficoltà come quello attuale ho pensato che non potevo non fare niente – ha detto -. Parto da un motto latino come linea guida: “Più dolce nei modi più forte nella sostanza”. Occorre recuperare la gentilezza dopo un anno “bellico”. Altro proposito è il concetto di unione: non sono una tuttologa e solo insieme possiamo farcela, io mi pongo all’ascolto ma chiamo a raccolta tutte le persone con le proprie competenze per dare una svolta a Castelfidardo. Ad esempio dobbiamo impegnarci tutti per rendere la città più bella, pulita e decorosa. Dobbiamo pensare alla Castelfidardo dei prossimi vent’anni, gettare le basi per lasciare alle nuove generazioni una città sempre più vivibile, in cui ci si senta uniti e solidali nei confronti dei propri vicini. Questo senso di comunità l’ho respirato sin dalla prima volta che sono venuta qui, ora è venuto un po’ meno».

Gabriella Turchetti

Il nome della lista civica

La candidata ha spiegato davanti a una folta platea il significato del nome della lista: «“Fare” richiama la fede cristiana, un principio evangelico, l’obbligo di tutte le persone di fare appunto. “Bene” è un salto di qualità che è raggiungibile solo con il contributo di tutti».

Gli altri due candidati

Il Partito Democratico ha già scelto il proprio candidato sindaco, Marco Tiranti, espressione di tutta la Sinistra, con quattro liste, Pd-Bene in Comune, Uniti e attivi, Sinistra unita e Azione civica solidale. Qualche settimana dopo l’attuale primo cittadino pentastellato Roberto Ascani ha palesato la propria candidatura anche per questa tornata con due liste a sostegno però, il Movimento cinque stelle e la nuova Castelfidardo futura.

© riproduzione riservata