Osimo

Castelfidardo, più pattuglie fino a Natale

Grazie alla disponibilità del comando di Polizia locale, è stato redatto un piano straordinario di potenziamento del controllo territoriale. 40mila euro la spesa totale, derivanti per intero dalle multe effettuate agli automobilisti

Polizia municipale

CASTELFIDARDO – Castelfidardo sarà più sicura fino a Natale. Grazie alla disponibilità del comando di Polizia locale, è stato redatto un piano straordinario di potenziamento del controllo territoriale.

Durante i mesi di novembre e dicembre e in orario notturno le pattuglie vigileranno un giorno a settimana su tutte le situazioni che possano pregiudicare la sicurezza urbana, così come definito dalla legge 48 del 2017. Il servizio sarà espletato in sinergia con le altre forze di Polizia operanti su tutto il territorio per assicurare la maggior presenza possibile in quelle ore dove maggiormente si manifestano fenomeni criminosi.

Sono operative poi tutte e 15 le telecamere di videosorveglianza installate. L’impiantistica va ad aggiungersi ai 52 occhi elettronici già presenti sul territorio comunale, per potenziare la sorveglianza a contrasto del crimine. 40mila euro la spesa investita, derivante per intero dalle contravvenzioni comminate in città a chi ha trasgredito al volante della propria auto. Se prima la videosorveglianza era concentrata nel centro storico, adesso si è diffusa in maniera capillare anche in periferia con tecnologie più avanzate, cioè ocr per verificare le targhe dei veicoli in tempo reale.

Le installazioni più recenti sono state realizzate alla rotatoria dei Laghi, all’altezza di “Risparmio casa”, e nelle zone di ingresso strategiche di deflusso della città in modo da rilevare la fuga di auto sospette. Il Comune è in procinto di coprire anche l’accesso della città da Monte Camillone e dalla statale 16 verso la provinciale fino a San Rocchetto. L’idea è monitorare 24 ore su 24 le aree più importanti e gli snodi critici.

Ti potrebbero interessare

Alto Impatto, ad Ancona controllate 112 persone

Il servizio si è svolto questa mattina e si è concluso poco fa, è stato operato dai poliziotti del Reparto Prevenzione Crimine di Perugia unitamente agli operatori della Questura dorica ed ha interessato il Piano, gli Archi, la Stazione