Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Si “schiudono gli scrigni” alla Collegiata di Santo Stefano

Anche Castelfidardo rientra nell'iniziativa "Scrigni sacri chiusi" dell'Arcidiocesi di Ancona-Osimo che valorizza il patrimonio storico e culturale aprendo le chiese a letture e musica rigorosamente di sera. Appuntamento venerdì 25

La chiesa Collegiata

CASTELFIDARDO – La rassegna “Scrigni sacri schiusi” approda a Castelfidardo. Protagonista, per la prima volta, la chiesa Collegiata di Santo Stefano venerdì 25 agosto alle 21.15 con le letture iconografiche di alcune delle principali opere presenti nella chiesa a cura di Ilaria Bastianelli. L’intervento musicale sarà appannaggio degli allievi del complesso musicale belvederese e della civica scuola di musica “Paolo Soprani”: in particolare delle fisarmoniche di Riccardo Giaccaglia e Tommaso Galassi (allievi del professor Christian Riganelli) e dei sassofoni di Lorenzo Badiali, Viola Masciangelo, Leonardo Sestilli, Tommaso Rocchetti e Giulio Santini (allievi del professor Federico Filipponi). Il progetto “Scrigni sacri chiusi”, giunto alla quinta edizione, vuole valorizzare il patrimonio storico, artistico e religioso dell’Arcidiocesi Ancona-Osimo attraverso l’apertura serale di alcune chiese del territorio con letture sulle più importanti opere d’arte e intermezzi musicali. Le eventuali offerte sono devolute alla cura e al mantenimento dei beni storico-artistici diocesani. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con il Comune di Ancona e con Opera cooperativa sociale onlus. Tutti i venerdì alle 15 da Santa Maria della Piazza parte una visita guidata gratuita alle principali chiese e piazze della città di Ancona che si conclude nella sala degli Arazzi rubensiani del Museo Diocesano “Monsignor Cesare Recanatini”. L’ingresso, anche a Castelfidardo, è libero.