Osimo

Castelfidardo, riqualificazione del centro: la parola all’ex candidato sindaco Tiranti

Tanti i progetti che bollono in pentola e che, secondo il consigliere comunale di opposizione, sarebbero propedeutici a un'eventuale isola pedonale in centro

Piazza della Repubblica a Castelfidardo
Piazza della Repubblica a Castelfidardo

CASTELFIDARDO – Il Consiglio comunale di Castelfidardo si è impegnato ad avviare un tavolo tecnico-istituzionale di confronto e di lavoro per la riqualificazione e il rilancio del centro storico, con una mozione presentata dal gruppo di Solidarietà popolare ed approvata all’unanimità. Tutto è partito da piazza della Repubblica che oggi è tornata fruibile al traffico veicolare e alla sosta. La definitiva pedonalizzazione di quello che viene considerato il fulcro del centro storico è solo rinviata perché l’amministrazione comunale ha intenzione di mettere mano ad una serie di interventi che ne migliorino l’arredo urbano, organizzando al contempo eventi che costituiscano elemento di attrattività. Il dibattito che si è innescato è più ampio però rispetto alla sola pedonalizzazione della piazza.

La parola all’ex candidato Tiranti

«Il tema dell’ultima seduta di Consiglio è stata la gestione del centro storico. Su questa vicenda nei giorni scorsi si è molto dibattuto sui social mentre il nostro gruppo consiliare ha ritenuto di non intervenire – dice il consigliere del Pd Marco Tiranti, ex candidato a sindaco -. Tale silenzio ha suscitato reazioni da parte dei molti “strateghi” della politica fidardense, i quali hanno ognuno dato la propria versione. Il motivo del nostro silenzio è presto detto: prima di esprimerci abbiamo ritenuto necessario ascoltare l’esito della consulta economica svoltasi due settimane fa. Stiamo portando sempre avanti il nostro progetto per il quartiere, come condiviso e raccontato durante la campagna elettorale: il centro storico è un quartiere in forte degrado, ha bisogno di una riqualificazione a livello di urbanistica, di arredo urbano, di viabilità e parcheggi. Dobbiamo creare le condizioni affinché le persone ritornino a vivere al centro, investendo sugli immobili da recuperare».

Ecco la proposta di Tiranti: «Con i finanziamenti del Pnrr, una volta terminato il polo della sicurezza, si potranno recuperare i locali dell’attuale polizia municipale riqualificandoli come sede della biblioteca, potenziandola e rendendola più moderna e accessibile come richiesto dai nostri giovani nel programma elettorale. Una volta messa in atto tale strategia, approfittando dei finanziamenti europei, l’isola pedonale sarà un passo successivo da affrontare, mentre oggi è soltanto un pretesto per discutere di nulla e creare disagio a quelle pochissime attività commerciale esistenti in piazza della Repubblica».

Ti potrebbero interessare

Castelfidardo, Serena Dandini apre la rassegna “Non a voce sola”

L’assessore Cittadini: «Siamo lieti di entrare a far parte del prestigioso circuito di questa rassegna e di elevare l’offerta culturale del nostro pacchetto di eventi estivi con il carisma di un’artista capace di sviscerare con leggerezza ed ironia temi complessi ed importanti»

Castelfidardo, torna la “Fisarmonica run”

Una tradizione podistica resa possibile dall’impegno dell’Atletica Amatori Avis. Alla classica competizione di corsa su strada regionale valida per il Grand Prix Master Fidal Marche, si abbinano le due camminate ludico-motorie aperte a tutti