Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Castelfidardo, la città della fisarmonica scalda i motori per il Pif

Nei giorni di svolgimento del Premio internazionale di fisarmonica, in programma dal 19 al 22 settembre, si potranno ascoltare esibizioni con protagonisti straordinari, concertisti arrivati da tutto il mondo

Una scorsa edizione del Premio Internazionale di fisarmonica

CASTELFIDARDO – Nei giorni di svolgimento del Pif, Premio internazionale di fisarmonica di Castelfidardo, quest’anno in programma dal 19 al 22 settembre, si potranno ascoltare due esibizioni, alle 18 e alle 19, con protagonisti straordinari concertisti arrivati da tutto il mondo in collaborazione con le aziende di aziende di fisarmoniche che ogni anno sostengono senza risparmio il Pif.

Il Pif-auditorium è la sezione pre-serale del Pif che si occupa dei concerti nel contesto dell’auditorium San Francesco calibrati secondo la speciale acustica, concerti che andranno dalla musica classica al jazz, passando per le sperimentazioni elettroniche.
Una partenza con il botto con il grandissimo Mika Varynen dalla Finlandia e con il Baretè quartet che presentano il loro cd Mirage. Diversi concerti “a tema” con Christine Rossi (Francia) con una monografia sul compositore Franck Angelis, presente nell’occasione, ma anche Giorgio Dellarole che dedicherà il suo concerto a Domenico Scarlatti. Non mancherà la fisarmonica concepita da Leonardo Da Vinci suonata da Aleksander Ipavec (Slovenia) accompagnato da Paola Chiabudini al clavicembalo. Spazio inoltre ai giovanissimi Pietro Roffi con il cd 1999, Petar Marci (Serbia) che proporrà un inedito concerto classico con fisarmonica elettronica e lo Charm trio (Russia) composto dai migliori talenti della scuola russa.

Ecco il programma:

Baretè quartet (Italia) jazz, world music
19 settembre ore 18, Auditorium San Francesco
Composto dal fisarmonicista Giampaolo Mrach, Pierpaolo Gregorin (sassofoni), Alessandro Scolz (pianoforte) e Mario Castenetto (percussioni), presentano il cd Mirage un intrigante mix fra jazz e world music. Concerto in collaborazione con la Brandoni accordions.

Mika Vayrynen (Finlandia) classica
19 settembre ore 19, Auditorium San Francesco
Mika è un indiscusso leader della fisarmonica classica mondiale. Straordinario interprete di numerose “premiere” scritte da grandi compositori per lui. Questo concerto è un’anteprima speciale per il Pif, infatti il maestro finlandese ha scelto il Pif per tornare sulle scene dopo due anni di stop. Presenterà un repertorio di grande abilità e originalità come ci ha abituati da sempre. Concerto in collaborazione con Bugari accordions.

In cammino con Leonardo Da Vinci (Slovenia, Italia) dal Rinascimento ai nostri giorni
20 settembre ore 18, Auditorium San Francesco
Alexsander Ipavec non è nuovo all’esplorazione di nuovi territori e non poteva mancare nel suo percorso l’esperienza con la fisarmonica progettata da Leonardo Da Vinci. Con questo strumento, di recente realizzazione, e con l’accompagnamento al clavicembalo dalla bravissima Paola Chiabudini proporrà una musica che parte dal Rinascimento per arrivare ai nostri giorni. Concerto in collaborazione con Bugari accordions.

Giorgo Dellarole plays Scarlatti (Italia) classica
20 settembre ore 19, Auditorium San Francesco
Non ha bisogno di presentazioni il maestro Dellarole che da decenni si occupa di musica barocca e non solo. Presenta uno straordinario concerto monografico sul grande Domenico Scarlatti, tratto dal suo ultimo cd “Scarlatti Sonatas”, vincitore dell’Orpheus award come miglior produzione fisarmonicista italiana del 2019. Concerto in collaborazione con Scandalli accordions.

Pietro Roffi (Italia) classica con elettronica
21 settembre ore 18, Auditorium San Francesco
Giovanissimo interprete Pietro Roffi ha già vinto numerosi concorsi internazionali ed ha già girato il mondo come solista e con importanti orchestre. Di recente ha firmato un contratto con la prestigiosa etichetta Inri classic per il cd “1999” che presenterà in esclusiva al Pif. Vengono toccati diversi generi musicali con arrangiamenti in stile classico ma ottenuti applicando alla fisarmonica dei multi effetti digitali. Concerto in collaborazione con Bugari accordions.

Christine Rossi plays Angelis (Francia) classica
21 settembre ore 19, Auditorium San Francesco
Un straordinario concerto, una grande interprete, un repertorio emozionante. Già vincitrice di tutti i più grandi concorsi internazionali, Rossi presenterà una monografia sulla musica del grande compositore Franck Angelis che ci farà l’onore di essere presente al concerto. Da non perdere. Concerto in collaborazione con Pigini accordions.

Petar Maric (Serbia) classica con digital accordion
22 settembre ore 18, Auditorium San Francesco
Giovanissimo Petar Maric ha dominato le competizioni internazionali vincendo praticamente ovunque (Cia, Cma, Klingenthal, Pif, Primus Ikaalinen) dalla classica, al virtuoso e all’elettronica. Proprio con la fisarmonica virtuale ha imposto la sua personalità in un repertorio che coniuga composizioni per fisarmonica classica con le sonorità elettroniche. Concerto in collaborazione con Evo digital accordions.

Trio Charm (Russia) classica
22 settembre ore 19, Auditorium San Francesco
Nato nel 2015, il Trio Charm si compone dei fisarmonicisti Artur Adrshin, Vladimir Stupnikov e Arkadii Shkvorov diplomati al Conservatorio Rimsky-Korsakov di San Pietroburgo sotto la guida del maestro Aleksandr Dmitriev. Oltre alla vittoria individuale nei più prestigiosi concorsi internazionali (fra cui la categoria “premio” del Pif) hanno vinto in trio la Coppa mondiale, Pif, Trofeo mondiale e molti altri. Presentano un repertorio di grande effetto che spazia da Bach, a Mussorgsky fino a Petri Makkonen che ha scritto musica appositamente per questo trio. Concerto in collaborazione con Pigini accordions.