Castelfidardo, il nuovo ponte sull’A14 riapre venerdì

Venerdì 22 giugno a mezzogiorno si tornerà a transitare sul cavalcavia 167 in zona San Rocchetto a Castelfidardo. Dopo un lungo iter, il ponte sull’autostrada che collega la città della fisarmonica con la Cameranense sarà riconsegnato all’uso della collettività decongestionando il traffico sulla statale 16

I lavori di asfaltatura del ponte
I lavori di asfaltatura del ponte

CASTELFIDARDO – Venerdì 22 giugno a mezzogiorno si tornerà a transitare sul cavalcavia 167 in zona San Rocchetto a Castelfidardo. Dopo un lungo iter, il ponte sull’autostrada che collega la città della fisarmonica con la Cameranense sarà riconsegnato all’uso della collettività decongestionando il traffico sulla statale 16. Ieri c’è stata la consegna alla Provincia per la riapertura che sarebbe dovuta avvenire il giorno stesso ma la burocrazia ha fatto allungare i tempi seppur di poche ore. Nessun taglio del nastro però perché i lavori eseguiti non possono restituire la vita a chi l’ha persa tragicamente il 9 marzo dell’anno scorso ma un semplice e simbolico passaggio funzionale da Società Autostrade per l’Italia alla Provincia di Ancona e dalla Provincia ai Comuni di Castelfidardo e Camerano, sul cui territorio insiste l’ormai tristemente famoso cavalcavia.

Le operazioni di varo del nuovo cavalcavia in sostituzione di quello crollato, che ha provocato appunto la morte della coppia in auto e il ferimento di tre operai, fatto sui quali la Procura di Ancona sta conducendo un’inchiesta con una quarantina di indagati, si sono concluse il 15 aprile scorso, poi sono iniziate quelle di bitumatura e in seguito i lavori di finitura con il guard rail e i canali di scolo prima del collaudo. Il nuovo viadotto è composto da una campata centrale di 40 metri e due campate laterali di circa 12 metri.