Castelfidardo, mamma e figli contro l’incuria: puliscono il parco di via Ponchielli

Protagonisti del bel gesto la fidardense Alice Palazzi, insieme ai suoi bambini e una loro amichetta. «In 10 minuti abbiamo ripulito tutta l'area. Cerco di diffondere buone pratiche, la famiglia è la prima scuola di vita»

Alice Palazzi protagonista con i figli della pulizia del parco di via Ponchielli
Alice Palazzi protagonista con i figli della pulizia del parco di via Ponchielli

CASTELFIDARDO – Erano stanchi di vedere il parco pubblico sotto casa pieno di lattine, cartacce e rifiuti di ogni genere. Così domenica mattina prima di pranzo si sono armati di guanti e sacchetti dell’immondizia e hanno rimesso a nuovo lo spazio verde di via Ponchielli. Protagonisti del bel gesto una mamma fidardense, Alice Palazzi, insieme ai suoi figli e una loro amichetta. «In 10 minuti abbiamo ripulito tutta l’area, erano mesi che si trovava in condizioni raccapriccianti» spiega Alice, che nel 2013 ha fondato il sito internet mammeancona.it, uno spazio online di confronto e sostegno sui temi della maternità che conta ormai quasi 15 mila membri. «Tra gli argomenti che trattiamo c’è anche il rispetto dell’ambiente e l’impatto prodotto dai nostri consumi e dal nostro stile di vita. Per questo cerco di diffondere e promuovere buone pratiche. La famiglia è la prima scuola di vita».

E i bambini come hanno preso l’iniziativa?
«I miei figli sono abituati e sono stati contenti di dare una mano. Spesso sono loro i primi a lamentarsi se vedono rifiuti per terra. Ho portato anche la figlia di una mia vicina di casa. Abbiamo fatto qualcosa di utile e divertente allo stesso tempo. I bambini seguono il nostro esempio e sanno cosa è giusto e cosa è sbagliato. In questo modo facciamo anche educazione civica. I nostri ragazzi magari non staccano la mano dal cellulare ma non trovano il tempo per gettare nel bidone una lattina vuota».

Un bell’esempio di cittadinanza attiva…
«Esatto, ci tengo a non puntare il dito contro l’Amministrazione Comunale, perché siamo noi cittadini in primis che dobbiamo tenere pulita la nostra città e dare il buon esempio. In quel parco ci vanno tutti e c’erano rifiuti di ogni genere, bottiglie di birra, sigarette, custodie, contenitori di plastica. So che siamo abituati a delegare, spesso sento dire che il cittadino paga le tasse e deve pretendere i servizi. Vero, ma per alcuni gesti bastano solo pochi minuti. Se ognuno di noi facesse del proprio meglio vivremmo tutti in un mondo più pulito».

Sui social però la notizia ha avuto solo commenti positivi…
«Sì, molte condivisioni e tantissimi like. Ho deciso di rendere pubblico il mio gesto perché sono convinta che quando facciamo qualcosa di bello ispiriamo le altre persone a fare altrettanto. Non è un vantarsi per dire “quanto sono stata brava”. Leggendo i commenti mi fa piacere che sia stato interpretato nel modo giusto».

Vi vedremo ancora all’opera con altre iniziative?
«La comunità di “mammeancona.it” ha quasi 15 mila utenti e mi piacerebbe organizzare un contest coinvolgendo altre famiglie. Anche ieri abbiamo pulito un’altra area verde di Castelfidardo e questo è solo un esempio che si potrebbe portare anche in spiaggia. Non solo contribuiremo a tenere pulito l’ambiente, ma in questo modo insegneremo anche ai nostri figli come comportarsi in futuro».