Incrocio pericoloso, arriva l’accordo per una rotatoria

Verrà realizzata nell'intersezione tra la Statale 16 e la strada Provinciale 23 (in zona Caltec). L'annuncio del sindaco di Castelfidardo Roberto Ascani. La struttura verrà cofinanziata dalla Regione Marche

Lo svincolo tra la SS16 e la SP23 dove verrà realizzata la rotatoria

CASTELFIDARDO – Un’opera destinata a cambiare e migliorare in termini di sicurezza la viabilità nella zona industriale di Castelfidardo. Il sindaco Roberto Ascani ha annunciato di aver raggiunto l’accordo per la realizzazione della rotatoria che collegherà le strade Sp 23 e la SS16 nello svincolo per Numana, all’altezza dell’area occupata dalla ditta Caltec, in un crocevia fondamentale per il traffico della Val Musone, molto transitato specialmente d’estate e particolarmente pericoloso, che già in passato è stato teatro di numerosi gravi incidenti.

«Abbiamo raggiunto un accordo di massima con tutti gli enti coinvolti nell’opera – ha dichiarato il primo cittadino di Castelfidardo -. Verrà migliorata la viabilità ma soprattutto messa in sicurezza un’intersezione che ha visto negli ultimi 10 anni diversi incidenti con lesioni gravi e addirittura un morto. Un ringraziamento doveroso va alla Regione Marche che contribuirà con il finanziamento principale, all’Anas, alla Provincia di Ancona e al Sindaco di Numana Gianluigi Tombolini che assieme a me ha voluto sostenere questa iniziativa».
Dalla Regione arriverà un finanziamento di 900 mila euro, per l’eventuale parte restante invece contribuirà l’Anas o direttamente il Comune di Castelfidardo, visto che potrebbe essere necessario espropriare alcune aree per realizzare l’opera. All’inizio del nuovo anno il progetto sarà pronto sul tavolo, da lì partirà l’iter di approvazione, poi la gara di appalto e l’inizio dei lavori. In tutto ci vorranno circa due anni per inaugurare la nuova rotatoria.
Ascani ha poi anticipato che nei prossimi giorni si chiuderà l’accordo anche per la realizzazione della bretella fra le zone industriali Michieletto e Squartabue. «Un’altra opera che aspettavamo da diversi anni – conclude il sindaco – per la quale è stato raggiunto un accordo che prevede intanto la realizzazione del versante di competenza della Provincia di Ancona». Anche qui ci sono a disposizione fondi regionali per 1 milione e 200 mila euro, che potranno essere utilizzati entro il 2021 (è stata prorogata la scadenza del 2019, ndr). A inizio 2019 dovrebbero partire i lavori, nel giro di un anno il versante di Castelfidardo dovrebbe essere pronto.