Festa del patrono a Castelfidardo, consegnati i premi ai cittadini benemeriti

Grande cerimonia oggi, 14 maggio, per il conferimento delle civiche benemerenze nell’occasione della festa patronale dedicata ai santi Vittore e Corona. Applausi e commozione per i premiati

Alcuni dei premiati con il sindaco Roberto Ascani
Alcuni dei premiati con il sindaco Roberto Ascani

CASTELFIDARDO – Grande cerimonia oggi, 14 maggio, per il conferimento delle civiche benemerenze nell’occasione della festa patronale dedicata ai santi Vittore e Corona a Castelfidardo.

Il Sigillo è stato assegnato a Sergio Tontarelli, assente per inderogabili appuntamenti di lavoro all’estero, ma rappresentato da due suoi stretti collaboratori Ilario Casavecchia e Agata Esposto. La sua è una storia esemplare di intuizioni geniali e dedizione assoluta, un profilo umile e forte radicato nei valori familiari e capace di superare ogni difficoltà, come l’alluvione e il recente incendio: un ragazzino che ad appena 11 anni va ad imparare il mestiere dello stampaggio, ne carpisce i segreti e con l’aiuto del padre che ipoteca l’unica proprietà (la casa) fonda la Tontarelli spa trasformando un oggetto dalla memoria antica come la molletta in un prodotto di design moderno con cui conquista tutti i mercati. Il 4 settembre l’azienda festeggerà 40 anni di instancabile attività.

Il presidente Rossano Mazzieri ha ricevuto invece la Medaglia attribuita alla Superbike Bravi Platforms team, prima società per numero di tesserati (124) nelle Marche negli ultimi cinque anni, campione d’Italia nel 2012 e da tre stagioni in Coppa del mondo nella specialità olimpica con i suoi under 23, tra cui la figlia d’arte Angela Campanari che ha ricevuto un riconoscimento ulteriore. L’orgoglio più grande è il ruolo paziente e quotidiano di educazione al sacrificio, al rispetto delle regole della strada declinato anche nella pista didattica “Scarponi”. A Simone Zanchini, artista di estro e carisma unici nel panorama musicale, è andato il titolo di ambasciatore della fisarmonica.

Il sindaco Roberto Ascani ha detto: «Sono esempi di impegno civico, talento, passione e legame con il territorio d’origine che la cerimonia di conferimento delle onorificenze porta alla luce, rendendoci orgogliosi di appartenere a questa comunità».

Tanti gli altri premiati. Mattia Toccaceli, ex studente del “Meucci”, oggi giovane autore, regista, organizzatore, presentatore e realizzatore di spot per i più importanti brand ed eventi (tra cui il Festival di Sanremo e il Costanzo show), Carlo Zenobi, designer ed expert project dalle cui idee è nata la rievocazione e l’associazione “Tracce di 800”, Davide Bugari, attore, musicista, cabarettista e lettore, ha ammesso l’onore e la responsabilità di far rivivere tramite la sua voce sommi poeti come l’eterno Leopardi. Applausi ed emozioni anche per le giovani promesse sportive: Angela Campanari (Superbike, in partenza per la Coppa del mondo), Caterina Logoh (High school basket lab, classe 2003, azzurra in procinto di partecipare agli Europei in Macedonia), Luca Bandanera, Ernest Alla e Lorenzo Braconi (calciatori del Gsd che hanno conquistato l’argento al Trofeo delle Regioni con la rappresentativa allievi Marche di Mr Galizi), Ermes Mercuri (record regionale di salto in alto, Atletica 1990 Castelfidardo Criminesi). In mezzo a loro, un bomber sempreverde di razza: Giovanni Taddei, 194 goal in carriera, da 27 consecutivi anni una bandiera del calcio fidardense.