Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Castelfidardo, il comandante dei carabinieri Grossi lascia la città con una cerimonia in Comune

Alla cerimonia in Consiglio comunale hanno partecipato per un saluto i sindaci che si sono succeduti durante la permanenza del comandante alla stazione locale

Il comandante Grossi con i sindaci
Il comandante Grossi con i sindaci

CASTELFIDARDO – Dopo anni di onorato servizio, ha lasciato la caserma dei carabinieri di Castefidardo il sottotenente Domenico Grossi, comandante della stazione, e la città della fisarmonica ha voluto dedicargli un momento per celebrare il termine del suo servizio. L’ha fatto durante il Consiglio comunale di martedì 29 dicembre. Alla cerimonia hanno partecipato per un saluto i sindaci che si sono succeduti durante la permanenza del comandante alla stazione locale. Tante le imprese portate avanti dal sottotenente, sempre con la coordinazione della compagnia di Osimo, che hanno impegnato i suoi uomini su tutto il territorio comunale e anche oltre, assieme all’impegno con le altre forze dell’ordine per garantire la sicurezza in tutta la vallata del Musone.

Le parole del sindaco Ascani

Il sindaco Roberto Ascani ha esordito così: «Questa sera gli ultimi sei sindaci di Castelfidardo, i vertici dell’arma dei Carabinieri e l’intero Consiglio Comunale hanno tributato il loro ringraziamento al comandante Enrico Grossi per i suoi 30 anni di onorato servizio. Da gennaio infatti il sottotenente lascerà il comando della stazione di Castelfidardo per un meritato avanzamento di carriera. Rodolfo Canzio Venturini, Lorenzo Catraro, Giulietta Breccia, Tersilio Marotta, Mirco Soprani. Ognuno di noi ha ricordato quanto il comandante si sia contraddistinto per professionalità, umanità, spirito di servizio e per aver incarnato al meglio i valori dell’arma garantendo sicurezza e vicinanza ai nostri concittadini».

Momenti di commozione e un lungo applauso in Consiglio, ancora a porte chiuse ma visibile in streaming. È stato l’ultimo Consiglio dell’anno questo appena concluso, denso di argomenti da trattare per il sindaco riconfermato al secondo mandato. Tre ad esempio le interrogazioni presentate dal consigliere Tommaso Moreschi di Solidarietà popolare per chiedere come intende gestire il Comune la situazione dei giovanissimi in questo periodo difficile, per sapere lo stato della manutenzione del patrimonio arboreo del Comune e sulle misure organizzative e i controlli anti covid all’interno degli edifici comunali. Fratelli d’Italia ha presentato una mozione per la verifica e l’inizio dell’iter progettuale per la messa in sicurezza della viabilità cittadina in alcuni punti critici.