Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Castelfidardo, alla casa di riposo Mordini arriva Medici senza frontiere

La città è sull'attenti e in attesa che arrivino altre mascherine dalla Cina. Continuano i controlli e le sanzioni sulle strade a chi non rispetta l'ordinanza nazionale

I vigili a Castelfidardo
I vigili a Castelfidardo

CASTELFIDARDO – «È necessario che i cittadini continuino a rispettare le regole in modo da non vanificare gli sforzi fatti». Parola del sindaco di Castelfidardo Roberto Ascani, che aggiorna i cittadini riguardo la situazione contagi: «Quest’ultima settimana c’è stata una piccola variazione sui numeri: 15 persone positive e 30 in quarantena, due positivi in più rispetto alla scorsa settimana ma un generico miglioramento della maggior parte dei casi».

Riguardo i presidi anti-contagio, «Purtroppo non sono ancora arrivate le ulteriori donazioni tanto attese dalla Cina quindi siamo costretti a rimandare la consegna delle mascherine anche alle famiglie. Pur migliorando la situazione generale delle forniture, anche grazie alle donazioni di aziende e privati, considero ancora prioritaria la consegna di queste protezioni a tutti i soggetti che sono maggiormente esposti al contagio».

Al momento a Castelfidardo non sono pervenute segnalazioni sui tentativi di truffe come in alcuni Comuni limitrofi ma in ogni caso il sindaco fa un appello alla cittadinanza di avvisare il maggior numero di persone, soprattutto anziani, che l’amministrazione al momento non sta effettuando consegne a domicilio di mascherine.

Per quanto riguarda la situazione nella casa di riposo Residenza Mordini, sempre attenzionata dal Comune, venerdì 3 aprile c’è stato un sopralluogo di Medici senza frontiere: «Hanno evidenziato una buona organizzazione della situazione emergenziale sia dal punto di vista logistico che sui metodi utilizzati per la salute di tutti gli ospiti e degli operatori sanitari – aggiunge il primo cittadino -. Il dato più confortante è che negli ultimi nove giorni si è verificato un solo decesso e non riconducibile a Coronavirus, segnale che la situazione sta migliorando in maniera concreta». Le psicologhe stanno tenendo aggiornati i parenti degli ospiti in maniera giornaliera anche con videochiamate.

Continuano intanto i controlli alle persone trovate fuori dalla propria abitazione. Trenta sono le sanzioni comminate su un totale di quasi 700 controlli dall’inizio dell’emergenza nel territorio comunale di Castelfidardo, tutte scattate per violazione del decreto legge sull’emergenza Coronavirus.