Osimo

Castelfidardo beffato dal Romagna Centro

Gli uomini di Bolzan compiono un passo indietro rispetto alla partita contro Pineto. Al "Mancini" le due squadre cercano di non farsi male ma su una disattenzione dei biancoverdi gli ospiti passano. Ora la salvezza in D è sempre più lontana

CASTELFIDARDO – Un lampo nel secondo tempo e poco altro. Al Romagna Centro basta poco per espugnare il “Mancini” di Castelfidardo inguaiando sempre di più i padroni di casa. Dopo la buona prova di domenica scorsa a Pineto, infatti, i biancoverdi non riescono a ripetersi davanti al pubblico amico complicando ulteriormente le cose in chiave salvezza. Al momento gli uomini di Bolzan sarebbero retrocessi in virtù degli otto punti di distacco dalla tredicesima che non permetterebbero di effettuare i ply-off.

Il Castelfidardo si presenta in campo con l’undici migliore schierando dal primo minuto anche Pigini e Filipponi che avevano saltato l’ultima partita per squalifica. Problemi opposti in casa romagnola con il tecnico Muccioli che deve rinunciare a Maioli e Bussaglia. La partita comincia con le squadre molto abbottonate e attente a non scoprirsi. Il pallino del gioco è però nelle mani del Romagna Centro che prende l’iniziativa e comincia a farsi vedere dalle parti di Melillo.

Un cross di Pasquini al 3° seguito un minuto dopo da un tiro finito in angolo creano i primi grattacapi alla difesa del Castelfidardo. I padroni di casa faticano ad ingranare e non riescono a rendersi pericolosi. All’11° sono ancora gli ospiti a provarci con un tiro da fuori area di Tola che termina fuori. Il primo squillo del Castello arriva un giro di lancette più tardi con Maisto che scarta un avversario sulla destra, entra in area e conclude ma il pallone è ribattuto dalla difesa avversaria. Al 14°una triangolazione Gagliardi Ferri libera quest’ultimo in area che al minimo contatto si lascia cadere invocando il rigore: per l’arbitro è tutto regolare.

Il Castello si difende bene lasciando giocare i romagnoli e provando a ripartire in contropiede. Proprio da una ripartenza, al 23°, Maisto prova a sorprendere Migani ma l’estremo difensore ospite è attento. Passano quattro minuti ed è Pasquini a seminare il panico nella retroguardia fidardense: l’attaccante ospite parte da centrocampo salta due avversari e conclude ma la mira è sbilenca. Rispondono subito i biancoverdi con un colpo di testa di Maisto bloccato dal portiere.

Al 35° altro episodio dubbio con lo stesso Maisto che termina a terra nell’area piccola: anche questa volta è tutto regolare. Cinque minuti dopo il Romagna centro sfiora l’autogoal con Ferrari che nel tentativo di respingere di testa un cross di Massi colpisce il palo della propria porta. Il conto dei legni viene pareggiato al 43° con un tiro a botta sicura di Magrini sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il primo tempo si chiude senza altre emozioni.

Al rientro in campo si vede un Castelfidardo più propositivo che prova a subito a rendersi pericoloso. Al 7° un colpo di testa di Filipponi esce di poco al lato. Gli ospiti non stanno a guardare e solo l’intervento di melillo sventa una bella triangolazione Gagliardi-Ferri. Di minuto in minuto i ritmi calano e la partita rimane bloccata a centrocampo con le squadre che sembrano accontentarsi del pareggio.

A venir meno, di conseguenza, sono le azioni offensive: degno di nota solo un tiro-cross di Montagnoli che viene parato senza problemi dal portiere ospite. Quando ormai tutto fa pensare ad un pareggio a reti bianche ecco la zampata del Romagna centro : minuto 36, azione di Amati che serve Pasquini, cross di quest’ultimo dalla destra per Ferri che da due passi beffa di testa Melillo. 1-0.

Il Castelfidardo prova a riprendersi dallo coch della rete ma gli ospiti controllano bene. Gli ultimi ad arrendersi sono prima Filipponi con un colpo di testa parato da Migani e quindi Silletti che da due passi tenta una girata al volo. C’è spazio anche per l’ultimo assalto dei padroni di casa con Galli che a tempo scaduto conclude a lato ma il risultato non cambia. Dopo cinque minuti di recupero l’arbitro dice che può bastare consegnando un pezzo di salvezza al Romagna Centro mentre per il Castelfidardo non si vede ancora la luce in fondo al tunnel

DICHIARAZIONI BOLZAN: Una sconfitta che non ci voleva ma soprattutto un primo tempo da dimenticare. Non riesco a capire perché i ragazzi erano cosi intimoriti e remissivi senza provare a giocare. Abbiamo soltanto subito. Sono rimasto molto deluso dalla prova dei ragazzi nella prima frazione. Nel secondo tempo invece siamo stati più propositivi e abbiamo provato a giocare. Siamo stati all’altezza della situazione. Abbiamo preso un goal su un errore infantile. Ora dobbiamo resettare tutto e continuare a lavorare per tirarci fuori da questa situazione. Io ci credo

CASTELFIDARDO-ROMAGNA CENTRO: 0-1

CASTELFIDARDO: Melillo, Massi, Bordi, Pigini(Berardi 27’st), Filipponi, Silletti, Montagnoli, Lodi, Soragna(18’st Galli), Maisto, Marconi(albanesi 37’st) all.Bolzan

ROMAGNA CENTRO: Migani, Magrini(20’st Rava), Mezzavillani, Ferrari, Brunetti, Paoloni, Tola, Gori(Battiloro 12’st), Ferri, Gagliardi(Amati 22’st), Pasquini  all.Muccioli

RETI: Ferri 36’st

 

Ti potrebbero interessare

Castelfidardo, Serena Dandini apre la rassegna “Non a voce sola”

L’assessore Cittadini: «Siamo lieti di entrare a far parte del prestigioso circuito di questa rassegna e di elevare l’offerta culturale del nostro pacchetto di eventi estivi con il carisma di un’artista capace di sviscerare con leggerezza ed ironia temi complessi ed importanti»