Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Cammini Lauretani, il senatore Riccardo Nencini a Loreto

Ha aperto i lavori dell’incontro con i sindaci e gli amministratori dei Comuni che insistono con i loro territori nel tragitto della cinquecentesca Via

Il senatore Riccardo Nencini (a destra) con il sindaco di Loreto Moreno Pieroni
Il senatore Riccardo Nencini (a destra) con il sindaco di Loreto Moreno Pieroni

LORETO – Il senatore Riccardo Nencini, presidente della Settima Commissione Senato, ha aperto venerdì 21 maggio a Loreto i lavori dell’incontro con i sindaci e gli amministratori dei Comuni che insistono con i loro territori nel tragitto della cinquecentesca Via Lauretana, segmento dei più ampi Cammini Lauretani. Un incontro fortemente voluto dal sindaco della città mariana Moreno Pieroni.

«La Via Lauretana consente una combinazione perfetta tra le identità e le radici territoriali da una parte e la valorizzazione del paesaggio e dei beni culturali dall’altra, quindi può utilizzare e favorire una forma di turismo alternativa che, soprattutto dopo l’emergenza pandemica, che ancora per molto tempo avrà ricadute anche in termini psicologici sui grandi viaggi, possa diffondersi sempre più nel nostro Paese», ha detto il senatore.

Il primo cittadino ha aggiunto: «Questo momento di confronto è partito da Loreto ma coinvolge fattivamente tutte le cittadine coinvolte nel percorso, per il quale si punta ad ottenere finanziamenti dal Pnrr. Il possibile arrivo di ulteriori fondi europei sarà importantissimo per valorizzare questo Cammino dal punto di vista della spiritualità ma anche e soprattutto per dare un’opportunità economica e sociale di ripresa per tutti comuni che si trovano sulla Via Lauretana. Da questo punto di vista sono convinto che l’impegno del senatore Nencini, unitamente a quello di tutti noi sindaci, possa stimolare il Governo e la Regione per ottenere questi finanziamenti ed utilizzarli al meglio».

Nelle scorse settimane la Settima Commissione Istruzione pubblica, beni culturali e Sport del Senato si era infatti espressa a favore dell’inserimento dei Cammini Lauretani ed in particolare del tracciato cinquecentesco della Via Lauretana nel Pnrr. Si tratta di un riconoscimento importante del valore che i Cammini interregionali hanno per il turismo spirituale e religioso, ma anche e soprattutto delle loro ricadute in termini di rilancio turistico ed economico di tutto il territorio, per l’occupazione e la cultura. Questo ha dato, alla fine di marzo scorso, formalmente inizio all’iter parlamentare che potrebbe portare al riconoscimento di fondi per potenziare e valorizzare la Via Lauretana.