Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Cambio di guardia al Pif: la direzione artistica va al maestro Ruggieri

Il 52enne, da Roseto degli Abruzzi, è il nuovo direttore artistico della 43esima edizione del Premio internazionale della fisarmonica “Città di Castelfidardo” già fissato dal 10 al 16 settembre

Il maestro Renzo Ruggieri
Il maestro Renzo Ruggieri

CASTELFIDARDO – Renzo Ruggieri, classe ’65 da Roseto degli Abruzzi, è il nuovo direttore artistico del Pif 2018, 43esima edizione del Premio internazionale della fisarmonica “Città di Castelfidardo” già fissato dal 10 al 16 settembre. La notizia arriva mentre fervono i preparativi per il prossimo Natale che quest’anno sarà a ritmo di jazz.

Un ritmo a cui Renzo Ruggeri è ben abituato, vista l’esperienza musicale in prima persona e la mole di progetti che al jazz ha dedicato. «Credo che il Premio internazionale di Castelfidardo sia la manifestazione fisarmonicistica più importante al mondo, sia per il livello di qualità raggiunto sia perché qui si costruiscono capolavori di liuteria “assoluti”, frutto di un’artigianalità industriale che tutto il mondo ci invidia – dice Ruggieri -. La direzione artistica offertami dal sindaco Roberto Ascani e dell’assessore alla Cultura Ruben Cittadini mi riempie di orgoglio e mi investe di una grossa responsabilità. Il mio approccio sarà rispettoso del passato. A questo proposito, incontrerò a breve i precedenti direttori artistici per confrontarmi con le loro esperienze anche se vi posso anticipare alcuni pilastri fondamentali del mio pensiero: ampliare la visibilità dello strumento che porterà vantaggi a tutti gli operatori del settore, maggiore interesse intorno all’evento “tout court” e grande condivisione “dal basso” partendo dai social con tutte le novità del programma. La mia linea sarà comunque quella di incuriosire, quindi preparatevi».

Nuova linea artistica quindi per l’Amministrazione fidardense, sempre presente quando si tratta di promozione territoriale e branding cittadino. Concorde la giunta del sindaco Ascani e dell’assessore Cittadini: sostenere innovazione e tradizione dell’evento Pif investendo continuamente sul nuovo e sulla qualità. «Crediamo di non sbagliare quando diciamo che la cultura con la C maiuscola parte da ciò che si ha, anche fossero piccole cose e Castelfidardo ha più di piccole cose, da sempre è la città della fisarmonica e degli strumenti musicali – afferma il primo cittadino -. Per questo auspichiamo che diventi centro e motore di un movimento territoriale culturale più ampio e credo che Renzo, cui mando un grande in bocca al lupo per il suo incarico, lo sappia bene».