Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Castelfidardo-Anconitana, febbre da derby al Mancini

I biancoverdi sfidano la capolista, un punto separa le due squadre. Pubblico record: più di 1000 i biglietti acquistati in prevendita, ultimi tagliandi disponibili domenica mattina

Castelfidardo-Anconitana, lo stadio Mancini verso il "sold out"

CASTELFIDARDO – Tutto pronto per il big match della 22esima giornata del campionato di Eccellenza tra Castelfidardo e Anconitana. La capolista dorica contro l’inseguitrice biancoverde, staccata di appena un punto. Il miglior attacco contro la miglior difesa. Due squadre in ottima salute che vengono da una lunga serie di risultati utili consecutivi. Quanto basta a garantire spettacolo, in campo e sugli spalti, dove si va verso il “tutto esaurito” allo stadio Galileo Mancini, con i 280 biglietti riservati agli ospiti polverizzati nei primi due giorni di prevendita. Un colpo d’occhio che non si vedeva dai primi anni della serie D.

Mister Maurizio Lauro rispetto alle ultime partite recupera una  pedina a centrocampo, dove si rivede tra i convocati Antogiovanni, assente  per infortunio dalla nona di campionato. Improbabile comunque la sua presenza nell’undici iniziale. Nulla da fare invece per Bracciatelli, che non sarà della partita.

Tre gli ex in campo, tutti con la maglia biancoverde : il portiere David, il difensore Sampaolesi e il centrocampista Di Dio. Le due formazioni si sono già incontrate nella doppia sfida di Coppa e in campionato nel match di andata al Del Conero, dove finì in parità con il risultato di 1-1. Ma era un’altra Anconitana. I dorici nel frattempo hanno cambiato guida tecnica (Umberto Marino è subentrato a Davide Ciampelli) e sono intervenuti con forza sul mercato di riparazione. Anche il Castelfidardo però è cresciuto molto nelle ultime partite, iniziando alla grande il girone di ritorno con 4 vittorie e 2 pareggi esterni in 6 gare disputate. La parola ora al campo.

Dirigerà l’incontro il sig. Davide Matina della sezione di Palermo, coadiuvato dagli assistenti Roberto Lobene e Nicolò Raschiatore, entrambi di San Benedetto del Tronto. Fischio d’inizio alle ore 15.