Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Osimo, il sindaco incontra i dipendenti Astea dopo la sentenza

A seguito del pronunciamento del Consiglio di Stato sulla gestione rifiuti, il primo cittadino Simone Pugnaloni, con l'amministratore delegato Astea Fabio Marchetti, ha fatto visita agli operatori del servizio igiene urbana effettuato dalla partecipata

La riunione
La riunione

OSIMO – Dopo la sentenza del Consiglio di Stato sulla questione della gestione rifiuti, mercoledì 21 novembre scorso il sindaco di Osimo Simone Pugnaloni, con l’amministratore delegato di Astea Fabio Marchetti, ha fatto visita a tutti i dipendenti del servizio igiene urbana effettuato dalla partecipata, più che altro per rassicurare le maestranze.

«Nulla è successo dopo la sentenza. Astea continuerà a gestire il servizio fino a nuova decisione dell’assemblea dei sindaci della provincia di Ancona Ata2 – ha detto per placare gli animi -. La sentenza dichiara legittimo il percorso deliberato tra Astea ed Ecofon. Questo il motivo per cui, dopo numerosi attacchi politici, possiamo dire che Comune e Astea avevano costruito un percorso legittimo verso l’affidamento in house. I sindaci continueranno sempre e ovunque a esprimere la volontà dell’affidamento in house. Ho spiegato il motivo della sentenza, prima di eseguirle vanno interpretate. Tra quella del Tar e del Consiglio di Stato comunque, Vivaservizi sembra aver messo in atto operazioni societarie tali da risolvere la questione».