Osimo, nuova illuminazione sulle strade per la sicurezza dei pedoni

L’amministrazione comunale ha deciso di investire potenziando la visibilità di alcuni attraversamenti individuati strategicamente tra quelli a maggior frequentazione

I lavori per le strisce
I lavori per le strisce

OSIMO – L’amministrazione comunale di Osimo ha deciso di investire nella sicurezza dei pedoni potenziando l’illuminazione dedicata ad alcuni attraversamenti stradali, individuati strategicamente tra quelli a maggior frequentazione. Sono stati scelti nuovi sistemi di illuminazione a led che, oltre a garantire una maggior sicurezza, comportano un limitato consumo energetico. Questi sistemi sono stati sviluppati per illuminare gli attraversamenti pedonali creando, con un’ottica dedicata, un contrasto positivo tra la persona e l’ambiente circostante, garantendo un elevato illuminamento verticale. Per l’installazione di questi nuovi sistemi, l’Amministrazione ha scelto gli attraversamenti pedonali di: Passatempo (via Amendola), Campocavallo (ingresso area giochi), San Sabino davanti alla chiesa, maxiparcheggio, via Marco Polo, via Guazzatore (davanti alla sede Astea), via Montefanese nei pressi del Conad e a Osimo Stazione di fronte alla farmacia.

Le mura illuminate
Le mura illuminate

Rientra nel progetto di rivalutazione della Osimo romana invece il lavoro di illuminazione appena terminato del tratto di mura romane più lungo delle Marche situato proprio a Osimo, a cingere il centro storico. Una luce rispettosa dell’ambiente a basso consumo energetico che rende spettacolare un’angolatura preziosa del centro. L’intervento è stato ultimato proprio a poche ore di distanza dall’inaugurazione dei laboratori di scavo della villa romana di Montetorto: «Alla prima domenica di sole apertura straordinaria del sito rivolta a tutta la città per poter apprezzare e godere dello splendido lavoro realizzato», dice l’assessore al Turismo Michela Glorio. Sostituita anche l’illuminazione nei locali Urp e della sala del Cantinone con nuova tecnologia a led conservativa, economica e più efficiente. In fase di ultimazione la sostituzione delle lampade in grotta con la stessa tecnologia.