Ad Osimo arriva “UnCaldoAbbraccio”, lo spazio dedicato alle famiglie

Nasce l'associazione che promuove un approccio più naturale nell'essere genitori. Domenica 22 settembre alle 10 l'open-day presso il “NOVO Ambiente Culturale” di Piazzanova. La presidente Irene Caputo: «proponiamo un sostegno continuo durante le fasi di vita del bambino»

Le ragazze dell'associazione "UnCaldoAbbraccio"

OSIMO – L’Associazione “UnCaldoAbbraccio” apre le sue porte domenica 22 settembre dalle ore 10 alle 13 per presentare il suo calendario di attività che si svolgeranno presso “NOVO Ambiente Culturale” in Vicolo Vitalioni 9, all’interno degli storici giardini di Piazzanova. Sarà una mattinata ricca di eventi gratuiti, durante la quale saranno proposti laboratori e incontri di yoga, babywearing, pilates, laboratori artistici e letture, benessere psicologico, massaggi.

«Vogliamo promuovere un approccio più naturale nell’essere genitori, riscoprendo un maggiore contatto con i propri figli», spiega Irene Caputo, presidente dell’associazione, che mira ad essere un punto di riferimento per le famiglie nel loro percorso di crescita dei bambini.

 

Durante l’anno verranno proposti incontri individuali e di gruppo con professionisti del settore (psicologi, ostetriche, naturopati, consulenti del portare in fascia) per accompagnare i genitori nelle diverse fasi di vita del bambino, dalla gravidanza (ginnastica pelvica, percorso pre parto) alla nascita (portare in fascia e fascioteca, percorso post parto, pannolinoteca), fino alla crescita (con laboratori creativi, inglese, letture e musica).

Irene Caputo, presidente di “UnCaldoAbbraccio”

«Con la nascita di mio figlio Mattia, nove anni fa, è cambiata la mia vita – spiega Irene Caputo -, ho scoperto l’importanza del contatto profondo tra madre e figlio e ho intrapreso un percorso di formazione personale che mi ha portato a diventare nel 2011 Consulente certificata Babywearing presso il ‘babywearing Center’ di Amsterdam. Ora ho deciso di promuovere queste tematiche attraverso l’associazione, per sostenere i genitori nel creare un legame affettivo forte con i propri figli, fondato sul contatto continuo».

Tra le attività proposte dal centro anche i corsi di Comunicazione Empatica, di riconoscimento di erbe spontanee e loro utilizzo, e la possibilità per i genitori di lasciare il bimbo per qualche ora al babyparking per potersi ritagliare del tempo per sé, per ricevere un massaggio, una consulenza o per fare attività fisica. Mentre domani a partire dalle ore 10 il Circolo Fotografico Giacomelli farà degli scatti personalizzati ad alcune mamme o papà che portano i loro bimbi in fascia-marsupio e che avranno la possibilità di confrontarsi e raccontare la propria esperienza.