Via Lauretana: una mostra e un volume per promuoverla

Inaugurata a Loreto la rassegna fotografica dedicata ai luoghi del tratto marchigiano del percorso, nata da un’iniziativa della Libera Università Lauretana per la Terza Età: oltre 300 scatti suggestivi che hanno dato vita al volume "Viaggio nella Bellezza"

La Via Lauretana

LORETO – Più di 300 scatti per raccontare in modo inedito i luoghi del tratto marchigiano della Via Lauretana. È questo l’obiettivo di “Viaggio nella bellezza – Lo sguardo del fotografo incontra i luoghi della Via Lauretana“, titolo al tempo stesso della mostra itinerante e del volume fotografico presentati a Loreto. Un progetto imponente, che ha coinvolto un folto gruppo di fotografi professionisti e semplici appassionati di fotografia da tutte le Marche, che si sono cimentati nel ritrarre le bellezze paesaggistiche e artistiche del percorso secondo il loro punto di vista: il tutto è confluito nella mostra itinerante allestita in due sezioni presso la Sala Oscar Marziali e le Cantine del Bramante, che resterà aperta tutti i giorni fino a domenica 9 giugno e, soprattutto, nella raccolta fotografica dell’omonimo volume commentato, che si appresta a divenire uno dei punti di riferimento per la promozione della Via Lauretana.

Santuario di Loreto
Santuario di Loreto

L’iniziativa – senza fini di lucro – è stata realizzata dalla Libera Università Lauretana per la Terza Età (LULTE), facente parte del Comune di Loreto, vedendo poi l’adesione di alcuni Rotary Club dei comuni che insistono nel tratto in questione, ovvero Camerino, Tolentino, Macerata, Macerata Matteo Ricci, Recanati e lo stesso R.C. Loreto come capofila. «Questo progetto è principalmente finalizzato a  promuovere l’alto valore del cammino a piedi – spiega il Rettore della LULTE, Sandro Bolognini – in grado di fornire una presa di coscienza immediata e duratura dei luoghi religiosi e paesaggistici visitati. Il tema va inquadrato anche in una consapevolezza per una connessa graduale rinascita dopo gli ultimi eventi sismici che hanno colpito alcune zone». Il volume fotografico, commentato dall’architetto Chiara Serenelli e costituito dalle stesse immagini esposte nella mostra, intende perciò rappresentare un vero e proprio strumento per una seria proposta di turismo culturale di profilo storico, paesaggistico e spirituale, non per altro ha già avuto l’avallo da parte del Distretto Culturale Evoluto. La mostra resterà aperta nelle fasce orarie 10-12 e 16.30-19.30.