Centro Pagina - cronaca e attualità

Osimo

Enedo, raggiunta l’intesa: cassa integrazione per 1 anno e uscite volontarie incentivate. Sindacati soddisfatti

Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm annunciano che è stata raggiunta l'intesa con l'azienda metalmeccanica con sede a San Biagio di Osimo per scongiurare i 35 licenziamenti annunciati

ANCONA – Raggiunto l’accordo di massima sulla vertenza Enedo nel corso di un vertice tra sindacati e azienda, che si è svolto in Confindustria ad Ancona. L’azienda metalmeccanica con sede a San Biagio di Osimo, aveva annunciato nei mesi scorsi 35 licenziamenti entro fine anno. Una notizia che aveva spinto i sindacati ad una mobilitazione con sciopero e presidio davanti all’azienda.

Ora però l’evenienza è stata scongiurata grazie alla trattativa portata avanti da Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm. «Le richieste avanzate fin dalla fase iniziale della trattativa si stanno concretizzando – dichiarano i sindacati – , è stata quindi superata
la procedura di licenziamento coatto del 28 dicembre sventando così la possibilità che le lavoratrici e i lavoratori possano ritrovarsi la lettera di licenziamento sotto l’albero di Natale».

L’intesa raggiunta prevede la cassa integrazione per 12 mesi uscite volontarie incentivate. La trattativa va avanti anche sul fronte di una ulteriore riduzione degli esuberi. «Le organizzazioni sindacali auspicano che la chiusura definitiva dell’accordo possa avvenire nell’incontro previsto per il 2 dicembre» successivamente i sindacati sottoporranno l’intesa all’attenzione dei lavoratori nel corso di una assemblea che si terrà il 3 dicembre, così da chiudere il cerchio sulla ratifica.